Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Crisi, Romano Prodi dà il suo appoggio ad un governo “Orsola” tra Pd e M5s: “Fare come in Germania”

CONDIVIDI

Romano Prodi, ex Presidente del Consiglio e fondatore del Pd, dà il suo immediato appoggio a un governo fra Pd e M5s: “L’accordo deve prima di tutto fondarsi sul reinserimento dell’Italia come membro attivo dell’Unione europea”.

Romano Prodi lancia l’idea di un governo “Orsola”, formato dalle forze politiche che a Strasburgo hanno eletto la nuova Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen.

Secondo Prodi, Pd e M5s dovrebbero coalizzarsi e formare un governo di legislatura basato su un contratto simile a quello sul quale è fondato il governo in Germania: “Bisogna partire dalle ragioni che hanno portato al declino del governo attuale e preparare le basi di una maggioranza costruita attorno a un progetto di lunga durata, sottoscritto in modo preciso da tutti i componenti della coalizione. E’ un compito difficilissimo ma non impossibile. È stato messo in atto in Germania”.

Romano Prodi lancia il governo “Orsola” con il M5s e parte di Forza Italia: “Deve essere un accordo duraturo”

Prodi ha precisato come tale governo debba essere esclusivamente di legislatura: tale accordo potrà essere stipulato fra tutte le forze politiche che hanno eletto Ursula von der Leyen (Pd, M5s e anche una parte di Forza Italia).

Prodi ha continuato così: “L’accordo deve prima di tutto fondarsi sul reinserimento dell’Italia come membro attivo dell’Unione europea. Forse bisognerebbe battezzare questa necessaria coalizione filoeuropea ‘Orsola’, cioè la versione italiana del nome della nuova presidente della Commissione europea. Deve essere un accordo duraturo: non per un tempo limitato ma nella prospettiva dell’intera legislatura”.

L’ex premier ha aggiunto che trovare l’accordo sarà comunque complicato: “Non sarà certo facile trovare l’unità necessaria per definire questo programma fra partiti che si sono tra di loro azzuffati per l’intera durata del governo e che hanno perfino un diverso concetto del ruolo delle istituzioni”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram