Kabul, nuovo attentato kamikaze in Afghanistan: attentatore si fa esplodere a un matrimonio. Almeno 63 vittime | Aggiornato al 19/08/2019

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:10

Gravissimo attacco suicida a Kabul, la capitale dell’Afghanistan. Un attentatore si è fatto esplodere durante l’esibizione di una band a un matrimonio, uccidendo almeno 63 persone e ferendone altre 182

Matrimonio di sangue a Kabul, in Afghanistan. Un banchetto di nozze si è trasformato nel luogo di una carneficina quando un attentatore si è lasciato esplodere in sala, durante l’esibizione canora di una band. Il bilancio è drammatico e potrebbe peggiorare: parliamo di almeno 63 morti e 182 feriti. I talebani non hanno rivendicato l’attentato. La notizia è stata riportata dalla CNN e dal Daily Star.

Attentato suicida a Kabul, 63 morti a un matrimonio: i terroristi dichiarano la loro estraneità

Un uomo si è fatto esplodere nella capitale afgana di Kabul. L’evento preso di mira dall’attentatore è stato quello relativo a una festa privata: un banchetto nuziale. Nella sala in cui si stava festeggiando, con cibo e canti, l’unione di due sposi, nella zona in cui si trovava il palco allestito per l’esibizione di una band si è consumata la tragedia che ha ucciso 63 persone e ne ha ferite altre 182.  L’attentatore pare, però, che non abbia agito su spinta dei talebani, che in queste ore hanno fatto sapere di non esserci loro dietro l’organizzazione questo attentato.

Attentato suicida a Kabul, presa di mira la comunità Hazara musulmana

Il drammatico attentato che in queste ore ha scosso Kabul si è consumato presso una sala conosciuta con il nome di “Dubai City”. Secondo le testimonianze che sono state raccolte dalla gente del posto, pare che fossero intervenute circa 1200 persone alla festa nuziale. Nella zona si trova una comunità Hazara musulmana  che negli ultimi mesi ha subito diverse rappresaglie: ad agosto una bomba ha ucciso 14 persone nei pressi di una stazione di polizia, mentre a novembre i morti che stavano prendendo parte a un evento analogo (un altro matrimonio) sono stati 55. È arrivato via Twitter il messaggio di cordoglio per le vittime da parte di Sediq Seddiqi, il portavoce del Presidente Ashraf Ghani: “Devastato dalla notizia di un attacco suicida all’interno di una sala per matrimoni a Kabul. Un crimine atroce contro il nostro popolo; come è possibile addestrare un essere umano e chiedergli di andare a farsi esplodere a un matrimonio?!!”.

Attentato suicida a Kabul, l’Isis rivendica. Più di un attentatore in azione | Aggiornamento

Con un comunicato diffuso a mezzo Telegram, l’Isis ha rivendicato la strage che nella notte tra sabato e domenica ha mietuto 63 vittime a un banchetto di nozze che si stava celebrando presso il centro commerciale “Dubai City“, nella capitale afghana Kabul. Secondo quanto spiegato dallo stesso comunicato jihadista, un primo kamikaze si è fatto esplodere alla festa. Poi, quando gli invitati in fuga hanno cercato di lasciare l’edificio, è stata fatta esplodere un’autobomba che era stata prima sistemata all’ingresso. Nel comunicato si legge l’intenzione di colpire e punire i soldati afghani traditori.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti su questa vicenda.

Maria Mento