Open Arms, epopea al termine: la Procura sequestra la nave, migranti sbarcano a Lampedusa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:11

Per la Open Arms, la questione giunge al suo epilogo. Stando a quanto riporta il Tempo, la Procura di Agrigento ha stabilito l’immediato sequestro della nave. E per quanto riguarda i migranti, saranno tratti in salvo e portati sulla terra ferma. La procura ha deciso di sequestrare la nave per motivi di sicurezza.

La Procura sequestra la Nave: i risvolti

La procura di Agrigento ha optato per questo risvolto dopo aver passato al setaccio la nave della ong spagnola. L’ispezione è avvenuta direttamente sotto il coordinamento del procuratore Luigi Patronaggio, che nel pomeriggio è stato a Lampedusa con una equipe di medici.

Il sequestro preventivo della Open Arms era l’unico passo da compiere date le condizioni igienico-sanitarie della nave precarie. La priorità è diventata dunque quella di salvaguardare la salute, anche psicologica, dei migranti rimasti a bordo. Il provvedimento dovrà adesso ricevere comunque la convalida dal GIP del locale Tribunale, entro 48 ore.

Le parole di Matteo Salvini sulla decisione della Procura

“C’è una Procura che supera il ministero. L’ipotesi di reato contro ignoti, che credo si chiama Matteo Salvini, è di abuso di ufficio” ha detto dal suo canto il Ministro Matteo Salvini in diretta Facebook dopo il suo intervento in Senato. “Abuso d’ufficio perché per qualcuno avrei dovuto far sbarcare immigrati di una nave spagnola, una Ong spagnola e dove deve sbarcare gli immigrati? Se qualcun altro pensa di spaventarmi con l’ennesima denuncia ha trovato la persona sbagliata io ci metto la faccia, continuo a essere al servizio degli Italiani, pronto a farmi denunciare, ad andare anche in galera” ha poi concluso.