Home Anticipazioni

Rassegna Stampa | Titoli principali quotidiani del 20 agosto 2019

CONDIVIDI

Le principali notizie riportate sulle prime pagine dei cinque quotidiani più venduti in Italia.

 

Corriere della Sera

-“Cinque stelle divisi sul Pd

Assemblea tormentata, Di Maio cauto: la parola al Colle. Zingaretti: o un esecutivo forte o il vuoto

Oggi Conte parla al Senato: non farà sconti, per lui la crisi aperta è seria

A poche ore dal discorso di Giuseppe Conte in Senato, e dal voto sulla sfiducia voluta dalla Lega, la situazione della crisi di governo è più in bilico che mai. L’idea di una intesa con il Pd non è stata accettata da tutti i grillini. Ieri, il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha dichiarato “mai con Matteo Renzi e Maria Elena Boschi. Intanto, si profila la possibilità che Conte possa dimettersi senza subire la sfiducia.

-“Modugno era mio padre, ora è ufficiale

Decisione della Cassazione. La sentenza dopo 18 anni

La battaglia legale dell’attore Fabio Camilli, figlio illegittimo che Domenico Modugno ebbe dalla coreografa Maurizia Calì, per vedersi riconosciuta la paternità del padre. Ieri la conclusione definitiva dell’iter giudiziario: la Cassazione ha emesso sentenza, dopo 18 anni e tre gradi di giudizio. L’attore, che oggi ha 57 anni, non ha mai conosciuto Domenico Modugno.

 

Il Sole 24 Ore

-“Allarme recessione: da Berlino 50 miliardi per rilanciare il Pil”

Banche centrali

Bundesbank: economia ferma

Scholz: ci sono i margini per aumentare la spesa

Pechino riforma il sistema dei tassi di interesse e spinge le borse: Milano a +1,931

Trump attacca ancora la Fed: su base un taglio dell’1% e immissione di nuova liquidità

La Bundesbank ha lanciato l’allarme: la Germania rischia la recessione. L’economia potrebbe essere rilanciata con uno “stimolo” da 55 miliardi, o almeno così ritiene il Ministro delle Finanze Olaf Scholz.

 

La Gazzetta dello Sport

                -“Balo il signor sì”                     |            “Icardi il signor no”

Mario si presenta. Brescia in delirio per lui   |    Volta le spalle agli 8 milioni più bonus del Monaco     

«Mia mamma ha pianto, io non ho paura    |    e non apre al Napoli che si cautela con Llorente

I miei obiettivi: l’Italia e un gol all’Atalanta» |  Vuole soltanto la Juve, ma fino a                                                                              quando?

Materazzi: «Rivuole l’azzurro? Faccia 20 gol» | Inter- United: se oggi è sì domani                                                                            sbarca Sanchez

Due giocatori e due situazioni diametralmente opposte a confronto. Da un lato c’è Mario Balotelli e la sua gioia per il ritorno in Italia, al Brescia. Gioia reciproca: i tifosi sono in delirio per il suo arrivo.  Balotelli ha già individuato i suoi obiettivi. Uno su tutti riuscire a tornare in Nazionale. Dall’altro lato ci sono “i capricci” di Mauro Icardi, che pur di riuscire a sbarcare alla Juventus ha rifiutato l’offerta del Monaco e del Napoli. L’alternativa a lui, per la squadra partenopea, è lo spagnolo Fernando Llorente.

-“Allarme Sarri

Juve, il tecnico ha la polmonite

A forte rischio l’esordio col Parma

Maurizio Sarri, l’allenatore della Juventus, sta male: ha la polmonite. Potrebbe non essere sulla panchina al momento dell’esordio in serie A, tra pochi giorni, della Vecchia Signora con il Parma.

 

La Repubblica

-Fine di un governo “bellissimo”

Oggi il premier, che così aveva definito il 2019, si dimette dopo 445 giorni. Nel suo discorso al Senato, annunciato un attacco a Salvini

I gruppi parlamentari dei grillini avvisano Di Maio: “Mai più intese con i leghisti”. La crisi adesso è nelle mani di Mattarella

Dai Cinquestelle offerta di dialogo al Pd per un Conte bis

Il 2019 sarà un anno bellissimo”. Con questa frase, pronunciata dal premier Giuseppe Conte, La Repubblica ha costruito il titolo principale della prima pagina di oggi. Questo pomeriggio, alle ore 15:00, il suo discorso in Senato prima delle possibili dimissioni e della fine del suo mandato. Non mancherà un attacco, già annunciato, ai danni di Matteo Salvini. Non si sa ancora cosa succederà dopo: gli scenari sono tutti aperti e ci si rimetterà alla supervisione, sempre attenta, del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

-“Simon è morto in 40 minuti

Indagine sui soccorsi”

La tragedia

La morte del turista francese Simon Gautier, precipitato in un burrone- nel Cilento- lo scorso 9 agosto e ritrovato morto due giorni fa. La Francia e i parenti della vittima hanno puntato il dito contro i soccorsi, che sono arrivati troppo tardi. Il giovane sarebbe morto in 40 minuti, dopo aver lanciato la richiesta di aiuto, e non è stato possibile geolocalizzare il punto esatto in cui si era verificato il suo incidente. Si indaga sull’eventuale inefficienza dei soccorsi.

 

La Stampa

-Oggi Conte si dimette

Trattativa fra Pd e M5S

“Governo in due tappe”

Nel pomeriggio l’intervento del premier. Ultimi contatti grillini col Carroccio

Giorgetti: Salvini deve fare come Bossi nel 1994 e star fuori dall’esecutivo

Occhi tutti puntati su Giuseppe Conte e sul suo discorso, che si terrà oggi, in Senato. Domani la seconda tappa, prevista dal calendario della crisi: il premier riferirà anche alla Camera. Si prevede un’intesa tra Pd e M5S per la costituzione di una nuova maggioranza, ma ancora non sembrano esserci accordi precisi.

-“Bruxelles e le idi di ottobre

La crisi di governo pone anche un altro interrogativo: il governo che avrà l’Italia dopo i fatti di oggi dovrà tirare fuori la legge di bilancio per il prossimo anno, e comunicare le proprie mosse in tal senso all’Europa. C’è un calendario preciso che rimanda al prossimo 15 ottobre. L’incertezza regna sovrana e in Europa c’è preoccupazione per la situazione politica italiana.

 

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram