Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Secondo giorno di consultazioni. Berlusconi: “No a maggioranze improvvisate. Governo di centrodestra o voto”

CONDIVIDI

Secondo giorno di consultazioni. Berlusconi dopo l’incontro con Mattarella: “Diciamo no a maggioranze improvvisate. Qualora non si trovi una maggioranza di centrodestra in Parlamento la via maestra sono le elezioni anticipate”.

È cominciata alle 10 la seconda giornata di consultazioni al Quirinale. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella oggi incontrerà tutti i partiti maggiori. Spiccano le parole di Silvio Berlusconi sul futuro politico del nostro Paese: “C’è preoccupazione per la crisi di governo, aperta in un momento delicato della nostra nazione. Una maggioranza che non rispecchia la maggioranza degli elettori è una mera coincidenza di forze che si sono contrastate, non può essere la base per un esecutivo stabile e credibile ma solo una presa in giro degli elettori e un tradimento delle loro volontà”.

Lo ha affermato il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dopo l’incontro al Quirinale con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, durante la seconda giornata di consultazioni successiva alla crisi di governo.

Berlusconi: “Diciamo no a maggioranze improvvisate”

Silvio Berlusconi ha anche aggiunto: “Un governo sbilanciato a sinistra sarebbe pericoloso per le imprese, lo sviluppo e la sicurezza. Diciamo no a maggioranze improvvisate. Qualora non si trovi una maggioranza di centrodestra in Parlamento la via maestra sono le elezioni anticipate”.

Considerata la situazione delicata in cui versa l’Italia, Berlusconi ha concluso: “Un governo non può nascere in laboratorio né può funzionare sulla base di un contratto”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram