Un uomo ha scoperto di non essere il vero padre del figlio di otto anni avuto dalla moglie. L’uomo ha fatto causa alla donna per avere indietro tutto il suo denaro che lei ha speso per il bambino

Ha scoperto, dopo 8 anni, che il bambino che credeva essere suo figlio in realtà era figlio biologico di un altro uomo. Così, con la scoperta della relazione extraconiugale avuta dalla moglie molti anni prima, è  andata in pezzi la vita di un uomo inglese sposato di cui non conosciamo le generalità. L’uomo ha fatto causa alla moglie per riavere indietro tutto il denaro che nel corso degli 8 anni aveva messo a disposizione per il bambino. La sua vicenda è stata raccontata da Metro.co.uk.

La moglie ha un figlio con un altro e lui le fa causa: come un uomo ha scoperto di non essere il padre di un bimbo di 8 anni

Un triangolo amoroso che ha distrutto la vita e le certezze di un uomo. Sposato da anni con la moglie, con un figlio di 8 anni nato a suggellare quella unione, l’uomo ha scoperto che le cose non erano quelle che sembravano. La moglie aveva avuto una relazione extraconiugale e il bambino che era nato era il frutto di quell’amore clandestino. Il marito tradito, che ha scoperto dunque di non essere il vero padre di quello che fino a un momento prima era sua figlio, ha fatto causa alla moglie chiedendo indietro tutto il denaro che in quegli anni la donna aveva speso per il piccolo. Anche a mo’ di risarcimento per quella bugia nella quale aveva creduto per anni e per lo shock che è seguito all’atto della scoperta della mancata paternità. A nulla è valso il rimorso della donna, rimorso che pare essere emerso durante tutta la vicenda processuale.

La moglie ha un figlio con un altro e lui le fa causa: cos’ha stabilito il giudice

Il giudice dell’Alta Corte di Londra ha stabilito che la donna debba dire sia al marito sia al bambino quale sia il nome dell’uomo che si ritiene essere il vero padre del piccolo, ma il marito tradito non potrà pubblicizzare il nome che la moglie gli farà. Questo perché il bambino sarà informato dei fatti ma non subito: soltanto quando si riterrà che sia giunto il momento più propizio.  La famiglia sarà affiancata, in questo percorso di scoperta, da un assistente sociale. Nessuna delle persone coinvolte nel caso dovrà essere nominata sui media, per esplicito divieto del giudice.

Maria Mento