Home Anticipazioni

Rassegna Stampa | Titoli principali quotidiani del 24 agosto 2019

CONDIVIDI

Le principali notizie riportate sulle prime pagine dei cinque quotidiani più venduti in Italia.

 

Corriere della Sera

-“Crisi, si tratta tra veti e accuse”

Zingaretti vede Di Maio, che rilancia Conte: no del Pd, ma si va avanti. Renzi attacca Gentiloni

Continuano i contatti tra Pd e M5S nella speranza di trovare quell’accordo per un governo stabile e dalla maggioranza ampia che possa convincere Sergio Mattarella. Nicola Zingaretti ha incontrato Luigi Di Maio, ma il problema è sempre lo stesso: mentre il M5S vorrebbe ancora Conte premier, il Pd non è d’accordo. Intanto, le parole che Renzi ha pronunciato contro Gentiloni rischiano di spaccare ancora una volta il Pd.

-“Amazzonia: allarme globale

L’Europa: Bolsonaro mente”

Gli incendi. Macron e Merkel: «Se ne occupi il G7». E il Brasile manda l’esercito

L’Amazzonia brucia e mai il polmone verde del pianeta aveva conosciuto una devastazione di portata simile.  I grandi del mondo puntano il dito contro la deforestazione selvaggia che Bolsonaro ha permesso mettendo in atto le sue politiche anti-ambientaliste. La Merkel e Macron sono insorti, chiedendo che l’emergenza venga trattata al G7. Il Presidente brasiliano ha deciso di inviare l’esercito per spegnere il fuoco.

 

Il Sole 24 Ore

-“Dazi cinesi e Fed, Trump attacca tutti e i mercati vanno giù”

Commercio globale

Pechino risponde agli Usa: dazi su 75 miliardi di dollari per prodotti americani

Trump: la Cina non ci serve, le aziende vadano altrove

Nuovo attacco a Powell

Borse nervose: Milano -1,65%

Wall Street cede il 2,36%

Spread Btp-Bund a 200

Dal 1° ottobre prossimo 250 miliardi di dollari di beni cinesi esportati verso gli Usa subiranno un rincaro dei dazi, che passeranno dal 25% al 30%. Ieri l’ultima “follia” sui dazi annunciata da Donald Trump, che ha anche chiesto alle aziende di andare altrove e di non investire in Cina. “Non abbiamo bisogno della Cina”; ha fatto sapere via Twitter. La risposta del presidente Usa è arrivato dopo l’annuncio della Cina sui dazi applicati ai prodotti americani: dal 5 al 10% su 75 miliardi di dollari di prodotti statunitensi, e 25% su componentistica e auto.

-“Ultimatum M5S su Conte premier

Tensione fra Di Maio e Zingaretti”

La crisi di agosto

Grillo rilancia il nome e attacca Renzi. In serata faccia a faccia tra i leader

Non c‘è intesa tra M5S e Pd sulla persona che dovrà rivestire la carica di Primo Ministro in un eventuale governo dem-grillino. Giuseppe Conte non convince il Pd.

 

La Gazzetta dello Sport

-“È qui la festa”

Parte il più bel campionato degli ultimi anni

Protagonisti

Squadre

Schemi

Pronostici

La nuova serie A in otto punti chiave

L’attesa è finita. Il campionato più bello degli ultimi anni, visti gli acquisti di peso che le squadre di serie A hanno messo a segno, sta per partire. Ecco, in otto punti,  il focus sulla situazione redatto da La Gazzetta dello Sport.

 

La Repubblica

-“Ultimatum per rompere”

Vertice in tarda serata tra i leader di Pd e M5S. la due coalizioni di Di Maio: Conte bis e subito il taglio dei parlamentari

Zingaretti in imbarazzo respinge il nome del premier: “Serve discontinuità”. La nuova alleanza è già in un vicolo cieco

I 5Stelle tengono aperta la porta alla Lega. Salvini: tutto per impeedire il governo giallo-rosso

Sembra destinata a fallire, ancora prima di nascere, l’intesa tra Pd e M5S. Dopo un giorno di contatti ed esplorazioni, pare ci sia già una situazione di stallo legata al nome del candidato premier. Il M5S è convinto nel chiedere il Conte bis, ma Zingaretti ha parlato chiaramente di un nuovo esecutivo nel solco della discontinuità, e cioè di nomi nuovi alla guida del governo. Salvini, pur di impedire l’alleanza dem-grillini, è disposto a fare un altro accordo con il M5S. E c’è chi non gli ha del tutto chiuso le porte.

-“Il mondo contro Bolsonaro”

L’Amazzonia brucia

Il dramma che ha colpito la foresta amazzonica, da giorni devastata da incendi visibili persino dai satelliti. Bolsonaro, il Presidente brasiliano convinto negazionista dei cambiamenti climatici, in queste ore sta subendo il dissenso di tutti i grandi (e non) della Terra.

 

La Stampa

-“Governo M5S-Pd, l’ostacolo è Conte”

Primo incontro fra le delegazioni, non si trova l’accordo sul nome del Presidente del Consiglio

La trattativa: cena Di Maio-Zingaretti, c’è l’intesa sul taglio dei parlamentari e sul conflitto di interessi

Dem, sospetto sui grillini: canale aperto con Salvini. E Reni accusa Gentiloni: voleva far saltare tutto

Prima fumata nera tra Zingaretti e Di Maio. I due si sono incontrati ieri sera per iniziare a discutere della possibile intesa giallo-rossa sul governo. Per procedere bisogna rimuovere un ostacolo: Giuseppe Conte, che i dem non vogliono come premier. Renzi, intanto, ha accusato Gentiloni di voler far saltare l’accordo dem-grillini.

Maria Mento

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram