Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Ritorno con la Lega, acoordo con il PD, voto anticipato? Il Senatore pentastellato Paragone prende posizione

CONDIVIDI

Accordo con il PD, ritorno con la Lega (della serie “tanto rumore per nulla”) o ritorno alle urne? Il pallino è attualmente in mano al Movimento 5 Stelle che – dopo la crisi paventata da Matteo Salvini – ha la possibilità di scegliere il futuro del Paese.

E se fino a martedì non avremo certezze di alcun tipo (possiamo solo interpretare voci e dichiarazioni), c’è chi una certezza ce l’ha già.

E’ il senatore del Movimento 5 Stelle Gianluigi Paragone che – intervistato dal ‘Corriere della Sera’ – ha dichiarato che nell’eventualità in cui il Movimento dovesse andare al Governo col Partito Democratico sarebbe pronto a lasciare il partito: “mi dovrò guardare allo specchio e prendere le mie decisioni e se pioverà aprirò l’ombrello”.

Ciò vuol dire che sarebbe pronto a tornare “a fare il giornalista”.

“Se si fa una maggioranza col Pd nessuno può contare più sulla mia disponibilità”, ha quindi aggiunto l’ex direttore della Padania.

“È evidente che non potrei accettare di essere votato dalla Boschi. Anzi il fatto che il Pd voglia mettere la Boschi nella commissione (la commissione parlamentare di inchiesta sulle Banche, ndr) è la prova che quel partito non è cambiato”.

E pur preferendo il voto anticipato, “se dovessi scegliere un partner di governo cercherei uno spiraglio con la Lega, partito che, come il Movimento, si è battuto contro il sistema liberista e finanziario che taglia fuori l’economia reale, le famiglie, le piccole imprese”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram