Rassegna Stampa | Titoli principali quotidiani del 25 agosto 2019

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:12

Le principali notizie riportate sulle prime pagine dei cinque quotidiani più venduti in Italia.

 

Corriere della Sera

-“Conte chiude le porte alla Lega”

«Stagione finita. Un mio bis? Contano i programmi». M5S-Pd, si tratta: il nodo del premier

Altro no del M5S alla Lega. Questa volta è stato direttamente Giuseppe Conte a chiudere le porte a un possibile accordo bis con gli ex alleati. “Per me la stagione politica con la Lega è chiusa e non si può riaprire più per nessuna ragione. Disponibile per un Conte bis? Non è questione di persone ma fi programmi. Quello che posso augurarmi per il bene del Paese è che i leader che stanno lavorando per dare un governo all’Italia lavorino intensamente e lavorino bene. Alcuni temi li ho indicati anche nel mio discorso al Senato, avendo maturato un’esperienza diretta al governo”, ha detto il premier dimissionario.  

-“Pranzo a sorpresa al G7

E Macron «doma» Trump”

Vertice. Il presidente americano prima minaccia poi rinuncia ai dazi sul vino francese

Incontro fuori programma, al G7, tra i Presidenti di Francia e Usa. Macron ha proposto a Trump, nella hall dell’Hotel du Palais, di pranzare da soli e Trump ha detto di sì. Iil pranzo è stato positivo, come confermato su Twitter dallo stesso Trump: «Ho appena pranzato con il presidente francese, molte buone cose per i nostri due Paesi». E pare aver allontanato lo spettro dei dazi sul vino francese. Altri argomenti di cui i due avrebbero parlato proficuamente sono l’Iran, la situazione dell’Amazzonia e il digitale.

 

Il Sole 24 Ore

-«Super valuta digitale per battere lo yuan cinese»

Banca d’Inghilterra. La proposta di Carney: una moneta globale per sostituire il dollaro e ridurre l’influenza della finanza di Pechino

La valuta digitale” può inibire il predominio del dollaro americano sul commercio globale“. Lo ha detto Mark Carney, Presidente della Bank of England, alla conferenza annuale della Fed. Carney vuole sfidare il dominio del dollaro con la valuta digitale: diminuendo l’impatto del dollaro dovrebbe allentarsi l’impatto Usa sui mercati, e questo porterebbe dei benefici.

-“Lega in calo di consensi (33,7%)

Elettori M5S: intesa Pd fragile”

Il sondaggio

Winpoll-Sole 24 Ore

A fine luglio il Carroccio era stimato a quota 38,9%

I sondaggi che vedono la Lega in crisi dopo i fatti relativi alla crisi di governo.

 

La Gazzetta dello Sport

-“Dove eravamo rimasti?

Juve e Napoli ricominciano vincendo

Le formazioni delle due big non cambiano. I risultati anche. A Parma ai bianconeri basta un tempo. La Var stoppa Ronaldo e segna il capitano

A Firenze partita spettacolo: i Montella Boys mordono, poi si scatenato i maghetti di Ancelotti. Peccato che Massa… non sia in palla

Ieri la prima giornata di campionato e già lo spettacolo tanto annunciato si è palesato nello strepitoso match giocato da Fiorentina e Napoli. A Firenze partita bellissima rovinata sul finire da un po’ di nervosismo e qualche ammonizione evitabile: 7 i gol segnati e vittoria finale del Napoli (3-4 il risultato). Negli ultimi 20 minuti esordio in viola di Ribery. La Juventus ha vinto di misura contro il Parma (1-0), ma tanto è bastato a iniziare bene la stagione.

 

La Repubblica

-“Conte, altra botta a Salvini”

Crisi, il tempo stringe

Il Presidente del Consiglio: “Mai più con lui”. Ma la trattativa dem-5S va avanti piano. Lega alla finestra

Grillini sempre più divisi sulle alleanze. Il Quirinale impone un calendario serrato, il voto sembra vicino

Il Pd insiste nel no al mandato bis del premier. E ora azzarda la carta Fico

Mancano due giorni alle comunicazioni che Pd e 5S dovranno fare al cospetto di Sergio Mattarella e l’intesa tra i due schieramenti sembra lontana. Il problema è sempre uno: la persona che dovrebbe guidare il nuovo esecutivo. Giuseppe Conte, che nel frattempo ha chiuso per sempre le porte alla Lega, è sempre persona non gradita al Pd nei panni di Presidente del Consiglio. I dem propongono il nome di Roberto Fico, il Presidente della Camera.

-“Amazzonia e vino, così cambia l’agenda delle superpotenze”

Al G7 tensione anche sui dazi

I due giorni del G7. I fatti di cronaca degli ultimi giorni, e soprattutto l’incendio dell’Amazzonia e l’incessante lotta sui dazi, hanno cambiato la base dei punti da discutere al vertice.

 

La Stampa

-“Il grande scontro sul premier”

Le mosse del Quirinale: Mattarella ha fretta, già domani sera deciderà cosa fare

Il Pd dice no a Di Maio e apre a Fico. I 5 Stelle non cedono su Conte, che annuncia: io mai con la Lega

L’Italia rischia di tornare al voto. Lo stallo della trattativa Pd-M5S, bloccati sul nome del candidato a premier, non incontra le richieste che sono arrivate dal Quirinale: velocità, fermezza e chiarezza. Già domani sera Sergio Mattarella potrebbe decidere di dichiarare aperta la via del voto.

-“Dal clima alla recessione: i cinque dossier che dividono il G7”

 

Maria Mento