Governo Conte bis, Di Maio annuncia il voto su Rousseau ma molti deputati lo smentiscono

Rousseau o non Rousseau?

Il tutt’altro che compatto Movimento Cinque Stelle si mostra ancora meno compatto adesso che è tempo di decidere se far prendere parola agli iscritti al Movimento circa la formazione (o meno) di un Governo con il Partito Democratico.

Dopo l’annuncio di Luigi Di Maio, arrivato nella serata di ieri, circa la scelta di indire una votazione sulla piattaforma Rousseau, sono uscite allo scoperto le anime del Movimento contrarie all’uso della piattaforma.

Diversi parlamentari pentastellati hanno richiesto il ritiro della votazione su Rousseau.

Secondo quanto riferito dalla deputata Flora Frate all’Adnkronos, all’interno dell’assemblea grillina “sono emersi molti pareri negativi. Vincolare il Conte bis all’esito di un voto su una piattaforma gestita da una società privata, senza alcuna garanzia di trasparenza, è scelta assurda. Al Quirinale il M5S deve presentarsi con una proposta seria e credibile”.

Posizione simile, quella espressa su Facebook dal deputato Michele Nitti:

Possiamo già iniziare a scrivere “c’era una volta Rousseau?”