“Il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano”: la frase che Borsellino non ha mai pronunciato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:14

In questi giorni convulsi in cui Movimento 5 Stelle e Partito Democratico stanno cercando di mettersi d’accordo circa l’eventuale creazione di un governo giallo rosso (o giallo rosa, come scrive qualcuno facendo notare che il PD di rosso ha ben poco) in molti reclamano la possibilità di tornare al voto giacché la maggioranza attuale non sarebbe espressione della volontà popolare (come se lo fosse stata quella composta da Lega e Movimento 5 Stelle: ben pochi degli elettori delle due parti prima della nascita del c.d. governo del cambiamento avrebbero ipotizzato una alleanza di questo tipo).

Sono state fatte apposite petizioni e c’è chi – contrario al Conte Bis – spera nei deputati dissidenti del Movimento 5 Stelle o ancora in Rousseau (qualora effettivamente gli iscritti al Movimento vengano davvero tirati in ballo): qualsiasi mezzo sta venendo provato pur di fermare la creazione di questo governo già inviso a molti.

Un governo che sta riuscendo – già prima della nascita – a catalizzare le antipatie di migliaia di italiani, pronti a riversarsi sul web con commenti poco lusinghieri nei confronti dei due partiti che lo andrebbero a formare.

E tra i commenti poco lusinghieri, spuntano anche i meme.

Tra di essi, anche nella nostra pagina è comparsa un’immagine con Paolo Borsellino ed una citazione, evidentemente attribuitagli:

“Il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano. Quella matita è più forte di qualsiasi arma”.

Una frase evocativa, ma che rappresenta a tutti gli effetti una bufala.

Come spiegato magistralmente da BUTAC: “La frase risulta di Giangiacomo Farina, proprietario di Siracusa News. Farina non l’ha attribuita a Borsellino, è farina del suo sacco (scusate il gioco di parole). Apparsa per la prima volta su Siracusa News il 20 gennaio 2012”, quando – ahinoi – Paolo Borsellino era morto già da quasi 10 anni.