Attaccato da uno sciame di api in Ghana: muore apicoltore italiano di 66 anni

Morto per shock anafilattico Francesco Ruini, apicoltore italiano di 66 anni in missione in Ghana. L’uomo è stato attaccato da uno sciame di api. Inutili i tentativi di soccorso.

Tragedia in Ghana: un apicoltore italiano di 66 anni, Francesco Ruini, è morto per shock anafilattico dopo essere stato attaccato da uno sciame di api. Ruini si trovava in missione nel paese africano da Ferragosto e stava insegnando il suo mestiere ai colleghi del posto. In Ghana collaborava per l’associazione di volontariato ‘Africa Libera’ di Carpi.

Purtroppo sono risultate inutili tutte le tempestive operazioni di soccorso prestate all’uomo.

Morto in Ghana un apicoltore italiano dopo essere attaccato da uno sciame di api

La Confederazione Italiana degli Agricoltori ha espresso tutto il proprio rammarico e cordoglio per la morte di Francesco Ruini: “Francesco era un imprenditore capace, generoso e sempre pronto a dare il proprio contributo a chi gli chiedeva un aiuto. Amava il contatto con la natura e la sensazione di libertà che questo lavoro gli regalava. È stato tra i primi a denunciare con forza le pesanti conseguenze dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici sulle api. Era un collega, ma prima di tutto un amico e un punto di riferimento per tutta l’apicultura emiliano romagnola”.

Ruini era molto conosciuto a livello locale (in Emilia Romagna) e nazionale, essendo stato uno dei fondatori del Conapi, il Consorzio Nazionale Apicoltori; inoltre, era anche consigliere dell’associazione Apicoltori di Reggio Emilia e Parma.