Governo, Cacciari avverte PD e M5S: “Lavorare a fondo o Salvini stravincerà”

cacciari pd m5s Il governo giallorosso non avrà di certo vita facile. 

Lo sottolinea anche Massimo Cacciari, storico esponente della sinistra ma anche stimato filosofo. Cacciari, un anno fa, era favorevole all’accordo tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, ma l’operazione conclusa oggi da Zingaretti e Di Maio lo lascia molto perplesso.

In un’intervista rilasciata al quotidiano “La Stampa”, Cacciari si dice “preoccupato” del fatto che il “Conte bis” possa aumentare i consensi a favore della Lega di Matteo Salvini.

“Questo governo non nasce dopo un serio lavoro preparatorio – spiega Cacciari – Io al Pd l’avevo detto: occorre lavorare a fondo, con iniziative di base, per arrivare qui dove siamo arrivati. Perché era evidente fin da subito che sarebbero andati in crisi”.

“Cuneo fiscale, lavoro, scuola, altrimenti Salvini volerà”

Cacciari si sofferma poi anche sul ruolo dell’attuale segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti. “Era contrario a questo governo, ma poverino non ha potuto farci niente, perché c’è anche questa: il Pd ha un segretario, ma il segretario non ha il Pd”.

L’unica possibilità per evitare che Salvini “voli” nei sondaggi è che il governo giallorosso lavori a fondo su tematiche che Cacciari ritiene fondamentali: cuneo fiscale, lavoro, scuola. “Occorre conquistare gli italiani – conclude – altrimenti Salvini e tutto il centrodestra avranno davanti una prateria. La loro propaganda sarà martellante”.