La Cassazione respinge i ricorsi di Veronica Lario, deve restituire a Berlusconi 46 milioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:29

silvio berlusconi e veronica lario

Dopo la Corte d’Appello, anche la Cassazione ha rigettato i ricorsi di Veronica Lario in merito all’assegno di mantenimento dell’ex marito Berlusconi. L’intera somma, 46 milioni, dovrà essere restituita al Cavaliere

Non sono ore facili per l’ex moglie di Silvio Berlusconi, costretta a restituire al Cavaliere la non indifferente somma di 46 milioni di euro. La Cassazione ha infatti dato ragione al leader di Forza Italia, mettendo fine ad una lunga e tortuosa vicenda giudiziaria collegata al divorzio della coppia. Convolati a nozze nel 1990 a Palazzo Marino, nel 2007 Veronica Lario pubblicò una lettera su Repubblica chiedendo a Berlusconi “pubbliche scuse” a seguito di alcune affermazioni che, in occasione di una serata di gala per i Telegatti, il marito rivolse ad altre donne. Scuse che arrivarono prontamente ma che non contribuirono a migliorare una situazione sentimentale che andava sgretolandosi tanto che nel 2009 Veronica Lario presentò un ricorso di separazione con addebito verso Berlusconi.

Il divorzio di Berlusconi e Veronica Lario e l’assegno milionario

Il divorzio arrivò nel 2014 ma il contenzioso economico proseguì anche negli anni successivi: l’assegno che l’ex marito della Lario avrebbe dovuto versarle mensilmente venne in prima istanza fissato a 3 milioni di euro nel 2012 ma l’anno seguente venne ridotto a 1,4 milioni fino ad essere annullato, nel 2017, dalla Corte d’Appello di Milano. Nelle ultime ore si è pronunciata anche la Cassazione respingendo interamente il ricorso presentato dagli avvocati dell’ex attrice, che dovrà dunque restituire al Cavaliere l’intera somma ricevuta nell’arco di tre anni. La tesi di Berlusconi è stata dunque accolta: l’ex premier ha sostenuto che durante il matrimonio gli obblighi di assistenza economica erano stati ampiamente adempiuti tanto che la Lario disponeva di un importante patrimonio immobiliare tale da consentirle, anche dopo il divorzio, un’assoluta tranquillità economica. E così i 46 milioni a lei destinati dovranno far ritorno nelle casse di Berlusconi.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!