Sbandano in A14 e finiscono nel fossato: morta una donna, il marito è grave

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:16

Grave incidente stradale sull’autostrada A14, per ragioni ancora da chiarire una Opel ha sbandato colpendo il guard rail e uscendo di strada. Una vittima

Spaventoso incidente mortale con drammatiche conseguenze, quello avvenuto nell’ultima giornata di controesodo estivo sull’autostrada A14. Lo schianto, che ha provocato la morte di una persone, si è verificato nel tratto compreso tra i caselli di Cesena e di Rimini Nord, in direzione Ancona: a farne le spese una 66enne, deceduta, mentre il marito 72enne ha riportato ferite molto gravi. Stando ad una prima ricostuzione il veicolo con a bordo le due persone sarebbe improvvisamente uscito di strada, per ragioni ancora da chiarire. E’ successo intorno alle 9: vittima e ferito risiedono a Tavullia, in provincia di Pesaro.

La donna è stata sbalzata fuori dal finestrino

Sul posto sono intervenute ambulanze del 118, vigili del fuoco e alcune pattuglie della polizia stradale, oltre ai mezzi con a bordo il personale della Direzione di Tronco di Bologna di Autostrade per l’Italia. I due coniugi viaggiavano su una Opel Antara e stando ai rilievi effettuati il mezzo avrebbe sbandato da solo all’altezza del km 114, senza dunque essere stato urtato da altri mezzi o coinvolgere altri veicoli. Prima di finire nel fossato ribaldantosi l’auto ha colpito il guard rail, e nell’impatto la 66enne è stata sbalzata fuori dal finestrino dell’auto, cadendo rovinosamente a terra e perdendo la vita sul colpo. Il marito si trova invece ricoverato in ospedale con prognosi riservata. (immagine di repertorio)