De Masi umilia Di Maio: “Vada a studiare inglese. Il governo PD-M5S si deve fare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:11

di maio de masiIl governo giallorosso parte oppure no? 

E’ questa la domanda che si stanno ponendo milioni di italiani, che non sanno ancora se il Paese avrà un nuovo esecutivo (e quindi una nuova maggioranza parlamentare) oppure si dovrà tornare al voto.

Di Maio ha già fatto sapere che l’ultimo passaggio sarà il voto sulla piattaforma Rousseau da parte degli iscritti al Movimento 5 Stelle, che hanno quindi l’ultima parola. In caso di “sì”, l’alleanza PD-M5S prenderà ufficialmente forma.

Tuttavia, tra i “Dem” e i pentastellati continuano ad esserci tensioni e screzi, con scambi al vetriolo che di certo non rasserenano il clima. Anche dall’esterno lo “stallo” non viene visto molto favorevolmente, come dimostra l’intervista al sociologo Domenico De Masi, pubblicata sul quotidiano “La Repubblica”.

“Di Maio vada all’estero a studiare inglese”

De Masi, in precedenza vicino al M5S, considera il governo giallorosso l’unico argine ad un probabilissimo governo Salvini, con la Lega al 40%.

Per questo De Masi insiste sull’opportunità di realizzare un programma con il Partito Democratico, e consiglia a Di Maio di laurearsi alla svelta. “Ha fatto quattro cose contemporaneamente: capo del Movimento, vicepremier, ministro del lavoro, ministro dello Sviluppo economico – ha detto De Masi – Avrebbe dovuto fare solo il capo politico. Vada all’estero a studiare l’inglese, in un’Università importante, tornerà arricchito”.

De Masi poi ritiene che gli errori politici di Salvini siano derivati da un “delirio di onnipotenza”. 

“Gli è mancato quello che in psicologia si chiama test di realtà”, ha concluso il sociologo.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!