Donna in stato di morte cerebrale partorisce una bimba dopo 117 giorni

Dalla Repubblica Ceca giunge una notizia che ha dell’incredibile: una donna incinta di 27 anni cerebralmente morta da 117 giorni ha dato alla luce una bimba. 

I miracoli a volte accadono. In Repubblica Ceca, e precisamente a Brno, una donna di 27 anni cerebralmente morta da 117 giorni ha partorito una bimba. La piccola sta bene e potrà continuare a vivere senza problemi.

Alla mamma 27enne, Eva Votavova, era stata diagnosticata nel 2016 una malformazione artero-venosa al cervello. Dopo essere rimasta incinta, il 21 aprile scorso era stata trovata incosciente nella propria abitazione. Dopo una grave emorragia nel cervello, la donna ha smesso di respirare la sera stessa. Eva Votavova era incinta di 16 settimane al momento dell’emorragia.

Donna cerebralmente morta dà alla luce una bimba dopo 117 giorni

La bimba sta incredibilmente bene. Roman Gal, anestesista all’ospedale universitario di Brno ha spiegato come la bimba, chiamata Eliska, misurasse alla nascita 42 centimetri e pesava 2,13 chilogrammi: “Si tratta di misure fra le più alte per un neonato nato da una madre cerebralmente morta”.

La bimba è stata tenuta precauzionalmente in ospedale  per due settimane. Ora è tornata a casa con il padre e il fratellino maggiore. Dopo la nascita di Eliska, i medici hanno staccato il sistema di supporto vitale artificiale che aveva tenuto in vita Eva Votavova.