Home Notizie di Calcio e Calciatori

I giramondo del calciomercato: otto campioni con la valigia in mano, cinque sono passati per l’Italia

CONDIVIDI

Sono giocatori con la valigia in mano.

Giocatori che, per una ragione o per un’altra, difficilmente hanno giocato più di un paio di stagioni con la stessa casacca.

Un tempo li definivano zingari del calcio (vedi la biografia di Christian Vieri – calciatore che, prima e dopo aver vestito la casacca dell’Inter, ha cambiato una squadra stagione – su Wikipedia). Oggi – nei tempi del politically correct diffuso – usare il termine sarebbe quantomeno controverso ma di calciatori soliti cambiare compagini con frequenza ce n’è ancora parecchi esempi.

E il giornale ‘Marca’, quest’oggi, ha dedicato loro un articolo: “Los trotamundos del mercado de fichajes” (“I giramondo del calciomercato”).

Da notare come molti siano passati per il nostro campionato, anche lasciando importanti segni.

Ma andiamo a vederli uno per uno:

Jesé – Sporting Lisbona. Grande promessa del Real Madrid, è stato acquistato nel 2016 dal PSG (dopo esssere stato vittima di un grave infortunio): da quel momento prestiti al Las Palmas, Stoke City e Betis. Adesso il Portogallo, nella speranza di poter tornare il vero Jesé.

Balotelli – Brescia. Conosciamo benissimo la parabola di Supermario, da trascinatore dell’Italia negli Europei del 2012 a giramondo per forza, alla ricerca di se stesso. Dopo il Manchester City, lasciato nel 2013, ha cambiato una – o più squadre – per stagione. Unica parentesi più lunga a Nizza, dove ha giocato 76 partite in due stagioni e mezzo (realizzando 43 gol).

Cancelo – Manchester City. Perennemente sacrificato sull’altare del bilancio dalle italiane, non ha smesso di cambiare casacca da quando ha lasciato Valencia nel 2017 per approdare all’Inter: i nerazzurri non lo poterono riscattare per problemi di FPF, la Juventus lo ha ceduto dopo una stagione proprio per evitare problemi con il FPF (ha fatto realizzare una bella plusvalenza ai bianconeri, che hanno ottenuto cash e Danilo dai Citizens).

Mkhitaryan – Roma. Il neo acquisto della Roma al cui matrimonio ha cantato Al Bano non è più stato lo stesso da quando ha lasciato il Borussia Dortmund e proprio da quel momento due cambi di casacca in Premier League in tre anni: prima il Manchester United, poi l’Arsenal. Adesso la speranza di ritrovarsi in Italia.

Falcao – Galatasaray. Lui in Italia non ci ha mai giocato, ma è stato accostato molteplici volte ai nostri top club (specie al Milan). Tranne al River Plate a inizio carriera (e adesso al Monaco nelle ultime tre stagioni), Falcao ha cambiato casacca con un frequenza importantissima: due anni al Porto, due anni all’Altetico Madrid, un anno al Manchester United, un anno al Chelsea. E ora la Turchia.

Llorente – Napoli. Neo acquisto del Napoli, ha cambiato pressoché una squadra a stagione dopo l’addio (non esattamente sereno) all’Athletic Club. il Navarro, dopo aver abbandonato la compagine basca in cui era cresciuto – e di cui aveva l’onore di far parte (sappiamo tutti l’esclusività del club) – ha vestito le casacche di Juventus (due stagioni), Siviglia, Swansea e Tottenham (altre due stagioni, con Champions sfiorata). Adesso il ritorno in Italia.

Kalinic – Roma. Da quando ha lasciato Firenze (dove disputò comunque appena due stagioni, tra il 2015 e il 2017), l’attaccante corato non si è più ritrovato. Non si è ritrovato al Milan, non si è ritrovato all’Atletico Madrid. Si ritroverà adesso alla Roma?

Batshuayi – Chelsea. Finiamo la carrellata come avevamo iniziato, con un giocatore che non ha giocato nel campionato italiano. Il giocatore belga di origini congolesi, dopo aver lasciato lo Standard Liegi, ha giocato per due stagioni all’Olympique Marsiglia prima di essere acquistato dal Chelsea che, dopo una stagione e mezzo, l’ha mandato in prestito in Germania (dove ha fatto molto bene , con il Borussia Dortmund), in Spagna (Valencia) e al Crystal Palace. Tornato a Londra, riuscirà a rimanerci?

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram