Carabiniere di 39 anni si toglie la vita: è una vera e propria pandemia, già 40 casi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:01

Carabiniere di 39 anni si toglie la vitaUna nuova tragedia per il corpo dei Carabinieri, un militare di 39 anni si è suicidato usando l’arma di ordinanza, è il 40° caso nel 2019.

L’Arma dei Carabinieri piange la scomparsa di un giovane militare morto suicida all’interno della Caserma di Bovino (provincia di Foggia). Secondo quanto riferito alla stampa locale, l’uomo era giunto come ogni giorno a lavoro, ma quando è rimasto da solo ha estratto l’arma e si è sparato alla testa. Il fragore dello sparo ha allertato i colleghi che sono subito corsi a controllare cosa fosse successo. Una volta trovato il collega, un ragazzo celibe di 39 anni originario di Salerno, gli altri carabinieri hanno cercato di soccorrerlo ed hanno chiamato un’ambulanza. Purtroppo quando sono arrivati i soccorsi era ormai troppo tardi.

Secondo quanto riferito dai colleghi negli ultimi giorni il vicebrigadiere non aveva dato alcun segnale di depressione o squilibrio, apparendo dello stesso umore di sempre. L’uomo non ha nemmeno lasciato un biglietto per spiegare le motivazioni del suo gesto, il che rende complicato sapere cosa l’abbia portato al suicidio. Per cercare di scoprirlo la Procura di Foggia ha aperto un’indagine sull’accaduto.

Allarme suicidi tra i militari, nel 2019 sono già 40

L’uomo, nato a Salerno e cresciuto nel quartiere di Mercatello, dove ancora vivono i genitori, era molto conosciuto tra i concittadini e godeva della stima loro e di quella dei suoi colleghi. La notizia della sua morte si è diffusa rapidamente nella città campana, dove da questa mattina vengono condivisi messaggi di cordoglio per i familiari.

A rendere ancora più gravoso (se possibile) il tragico gesto del vicebrigadiere c’è il comunicato del Siulm, il sindacato unitario lavoratori militari, che in occasione della tragica notizia ha diffuso un allarme sullo stato di salute dei militari italiani: “E’ un anno drammatico. Secondo i nostri calcoli sono 40 (di cui 12 carabinieri) i suicidi di cittadini in uniforme da gennaio ad oggi. È l’anno record dei suicidi tra cittadini in divisa. Basta!”.