Lady Diana, nuove rivelazioni sull’incidente. Un pezzo del tubo del freno è “scomparso”

auto diana freno incidente Alcuni pezzi della carcassa dell’auto dove viaggiava la Principessa Diana non sono mai state consegnate agli investigatori britannici.

Una rivelazione sconcertante, che evidenzia come le autorità francesi non siano riuscite a consegnare parte del tubo del freno che avrebbe potuto porre fine alle tante dicerie che hanno riguardato l’incidente mortale avvenuto a Parigi 22 anni fa.

La Mercedes su cui viaggiavano Lady Diana e il suo compagno Dodi Al Fayed, guidata dall’autista Henri Paul (rivelatosi poi ubriaco, ndr), si schiantò contro un pilastro del tunnel dell’Alma, a 65 miglia all’ora, il 31 agosto 1997. Nello schianto morirono Diana, Dodi e l’autista.

Anni dopo, nel report di David Price, famoso esaminatore di incidenti, emerse che un pezzo del tubo del freno – che porta al freno anteriore destro – non è mai giunto ai detective britannici: lo rivela il Daily Star Online.

Impossibile “confutare la manomissione”

Per questo motivo è praticamente impossibile confutare la manomissione e sgombrare il campo da ogni sospetto.

La scoperta è stata fatta prima che venisse alla luce nell’inchiesta sulla morte di Diana che la Principessa avrebbe precedentemente scritto una lettera in cui si affermava che il principe Carlo aveva in mente di provocare “un incidente” alla sua ex moglie.

Tempo dopo, uno dei confidenti più stretti di Diana avrebbe riferito che “la principessa non aveva mai espresso timori per la sua incolumità”.