Muore ragazzo di 20 anni investito da un treno. Un testimone oculare: “Le persone ridevano di lui, la cosa mi ha inorridito”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:45

Episodio di cronaca avvenuto a Castelfiorentino: un giovane di 20 anni è stato travolto da un treno. Vergognose risate e reazioni della gente presente in stazione. Un testimone oculare: “Ridevano di lui”.

Triste episodio di cronaca avvenuto a Castelfiorentino. Un ragazzo di origini albanesi di 20 anni, Marko Kaziu, residente a Castelfiorentino, è stato travolto e ucciso da un treno dopo aver attraversato il passaggio a livello di piazza Cavour. Il giovane era passato sui binari intorno alle 13 di ieri, ma a causa delle cuffiette che indossava non avrebbe udito il passaggio del treno regionale sulla linea Empoli-Siena. Il treno lo ha colpito di lato facendolo precipitare e causandogli gravi ferite. Immediati sono stati i soccorsi: il giovane è stato trasferito all’ospedale fiorentino di Careggi in elisoccorso, ma dopo poche ore le cose sono precipitate e i medici hanno dovuto constatare il suo decesso.

Ma, oltre alla tragedia, ciò che lascia inorriditi è l’atteggiamento di alcune persone presenti in stazione che si sarebbero messe a ridere dopo l’incidente.

Ragazzo travolto da un treno. Francesco Nigi: “Inorridito dalle persone che ridevano”

All’incidente ha assistito casualmente, fra le tante persone, anche il fotografo Francesco Nigi, che su Facebook ha scritto un post di denuncia sul vergognoso atteggiamento dei presenti all’incidente: “Hanno appena investito un ragazzetto col treno a Castelfiorentino. Non so se sia vivo, già l’aver visto la scena mi ha lasciato abbastanza scioccato. La cosa che però mi ha veramente inorridito erano le persone che ci ridevano su. Indipendentemente dalle colpe e dalla negligenza del ragazzo nell’attraversare durante l’arrivo del treno, non è proprio il massimo ridere della probabile morte di una persona”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!