Va dal medico e le danno tre giorni di vita. Madre salvata dal trapianto di fegato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:08

trapianto fegato diana Si sentiva stanca ed è andata dal medico, ma non poteva certo immaginare il responso. 

Diana Higman, 56 anni, che vive a Derby, in Inghilterra, stava cercando di superare la morte di suo padre destreggiandosi tra i vari impegni, tra cui occuparsi dei suoi figli e il lavoro come infermiera.

Quando si è recata dai dottori per frequenti episodi di stanchezza, i medici le hanno detto che molto probabilmente era tutto causato dallo stress. Tuttavia, gli specialisti le hanno consigliato comunque di fare analisi del sangue per stare tranquilla.

Ma la sua vita è cambiata per sempre quando le è stato detto che aveva un fegato talmente malato da portarla alla morte di lì a poco.

“Sono stata subito inserita in una lista di trapianti super urgente – le parole della 56enne riportate dal Daily Star Online – mi hanno dato 72 ore di vita”.

Diana salvata dal trapianto di fegato

A Diana è stata diagnosticata l’epatite autoimmune, che causa una rapida contrazione del fegato: l’unica soluzione era proprio il trapianto. La donna è stata subito trasferita al Queen Elizabeth Hospital di Birmingham e inserita in un elenco di trapianti alla disperata ricerca di un organo adatto in tutto il Regno Unito. Diana e la sua famiglia hanno vissuto un’attesa angosciante, finchè il giorno successivo i medici le hanno detto che era stato trovato un fegato compatibile.

Il giorno dell’operazione viene descritto dalla donna come la “notte più lunga della mia vita”. Diana ha impiegato più di un anno per superare il trapianto, ma ora sta bene e ringrazia il suo donatore.