Sondaggio di Pagnoncelli sull’indice di gradimento: il nuovo governo M5s-Pd non piace al 52% degli intervistati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:45

I dati di un sondaggio raccolti da Nando Pagnoncelli evidenziano come il nuovo governo targato M5s e Pd non abbia un indice di gradimento elevato, almeno in partenza: il 52% degli intervistati è contrario a questo governo a tinte giallorosse.

Secondo i dati raccolti da Nando Pagnoncelli, illustrati sul ‘Corriere della Sera’, al 52% degli italiani non piace il nuovo governo Conte bis. Solo il 36% delle persone intervistate è favorevole a questo nuovo governo a tinte giallorosse. Inizio subito in salita per questo governo, quindi.

Altri dati interessanti messi in luce da questo sondaggio riguardano i pronostici sulla durata dell’esecutivo: ben il 45% è convinto che questo governo possa durare al massimo un anno; il 20% a due anni; solo il 18% è convinto che possa arrivare a fine legislatura nel 2023. Inoltre, il provvedimento maggiormente auspicato dalle persone (71%) riguarda una manovra in favore dei ceti deboli. Infine, solo l′11% vorrebbe un cambio di rotta sui migranti.

Sondaggio: il nuovo governo M5s-Pd non piace al 52% degli intervistati

Queste le parole di Nando Pagnoncelli che spiegano il basso consenso registrato in partenza dal nuovo governo M5s-Pd: “L’indice di gradimento, calcolato escludendo coloro che non si esprimono, è pari a 41 e risulta molto distante da quello del precedente esecutivo gialloverde all’insediamento (60)2 come pure dagli altri esecutivi che si sono succeduti dal 2006 in poi. A fare eccezione è stato il governo Gentiloni che secondo i sondaggi era partito con un indice di gradimento molto basso (35) per poi risalire con il passare dei mesi. Per invertire la rotta Pd e M5s dovranno cercare di litigare poco e lavorare a testa bassa”.