Vitello con volto umano ripreso in Argentina, il video è virale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:39
Vitello con volto umano
(Screenshot Video)

In Argentina è nato un vitello con le sembianze di un essere umano, l’insolita creatura è stata ripresa e messa in rete suscitando la curiosità degli utenti in tutto il mondo.

Sempre più spesso emergono in rete immagini di vitelli che presentano strane mutazioni genetiche. La settimana scorsa vi abbiamo parlato del vitello nato con una zampa superflua sulla testa ed adottato da una amorevole coppia di allevatori, mentre qualche tempo fa vi avevamo riportato le immagini di vitellino nato con due teste in Argentina. Queste immagini solitamente attirano la curiosità degli utenti web che in molti casi sono semplicemente curiosi di osservare la mutazione genetica ed in altri cercano materiale per costruire strampalate ipotesi cospirative (acque avvelenate, test genetici e chi più ne ha ne metta).

Sempre dall’Argentina è emerso in questi giorni un altro caso di mutazione genetica riguardante un vitello. In questo caso il neonato presentava un cranio deformato che all’apparenza sembrava quello di un uomo imbronciato (con molta fantasia), o meglio ancora quello di una scimmia. Nel video si vede il povero animale disteso sull’erba ed incapace di alzarsi o tenere la testa dritta, non è chiaro quanto l’animale sia sopravvissuto.

Vitello dalle sembianze umane, com’è possibile?

Com’è possibile che si verifichi una cosa del genere? A spiegarlo ai media britannici è stato l’esperto genetista Nicolas Magnago che a tal proposito ha dichiarato: “Potrebbe trattarsi di una rara mutazione genetica”, dice in prima istanza lo studioso che in seguito aggiunge: “La mutazione non è altro che un cambio della sequenza del DNA che si trasferisce nella prole della mucca”. Onde evitare che si possa pensare che la mutazione in questione possa derivare da fattori esterni il genetista conclude aggiungendo: “Si è trattata di una mutazione spontanea causata da mutageni, agenti fisici, chimici e biologici che alterano la sequenza del DNA”.