Migranti, l’Italia chiude ancora i porti alla Alan Kurdi. La Ocean Viking salva altre persone in mare al largo della costa libica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:40

Emergenza migranti, il Viminale nega l’approdo in Italia ai 5 migranti a bordo della Alan Kurdi. Nel frattempo, la Ocean Viking salva altre persone a largo della Libia ed è anch’essa in attesa di un porto sicuro.

L’Italia continua a negare l’approdo sul proprio territorio alla Alan Kurdi, la piccola nave della Ong tedesca sulla quale sono al momento rimasti a bordo solo 5 migranti. Gli altri migranti sono stati fatti scendere sull’isola di Malta per accertamenti medici.

Questo il commento dell Ong tedesca Sea-Eye sul rifiuto italiano: “L’Italia sfortunatamente è molto veloce quando si tratta di rifiutare aiuto alla Alan Kurdi”. La Alan Kurdi ora sta cercando aiuto dal presidente francese Macron. Questo divieto d’ingresso in Italia della Alan Kurdi è il primo atto della nuova ministra Luciana Lamorgese.

Il Viminale nella tarda serata di ieri ha confermato questo ordine di rifiuto per la Alan Kurdi, che da dieci giorni sta cercando un porto sicuro. La decisione del Viminale è stata commentata duramente da Matteo Orfini (Pd): “Il primo atto del nuovo governo è chiudere i porti alla Alan Kurdi che è ancora in mare con solo 5 naufraghi a bordo. Così non va bene, per niente. Cacciare Salvini e tenersi le sue politiche non mi pare geniale. Chiedo al governo di correggere subito questo errore”.

Emergenza migranti, Italia nega approdo alla Alan Kurdi. Intanto la Ocean Viking salva altri migranti alla deriva a largo della Libia

Intanto non accenna a placarsi l’emergenza migranti in mare. La Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranee e Msf che domenica pomeriggio aveva salvato 50 persone, ha recuperato a bordo altri 34 migranti che erano stati soccorsi da un veliero tedesco, lo Josefa, a largo delle coste libiche su un gommone alla deriva. Sono 84 ora i migranti totali a bordo della Ocean Viking.

La nave ha già chiesto informazioni circa dove poter sbarcare, ma fino ad ora non ha avuto alcuna risposta positiva né da Tripoli, competente nella zona in cui è avvenuto il soccorso, né da Italia e Malta. Si attendono giorni di tensione anche per la Ocean Viking.