Uragano Dorian sulle Bahamas. Trump fa muro contro gli sbarchi degli sfollati in Florida: “Dalle Bahamas potrebbero arrivare membri di gang molto pericolose”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:12

L’uragano Dorian ha creato morte e distruzione a Grand Bahama e alle Abacos. Trump si è opposto allo sbarco di 130 sfollati in Florida perché privi di visto per l’ingresso negli USA: “Le Bahamas sono piene di membri di gang molto pericolose”.

L’uragano Dorian ha provocato danni immani a Grand Bahama e alle Abacos. Sono moltissime le persone che hanno perso tutto e ora cercano aiuto in Florida, negli Stati Uniti. Ma gli arrivi in territorio americano sono resi complicati dalle politiche restrittive sull’immigrazione imposte dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Egli ha imposto un altro muro, questa volta verso centinaia di sfollati bloccati a Freeport perché privi del visto per approdare negli Stati Uniti.

Queste le parole in Trump in riferimento a questa situazione: “Dobbiamo stare molto attenti. Tutti hanno bisogno della documentazione richiesta. Non voglio permettere a persone che non avrebbero dovuto neanche trovarsi alle Bahamas di venire negli Stati Uniti, comprese alcune persone molto cattive. E poi ci sono ampie zone delle Bahamas ancora intatte, che Dorian non ha colpito”.

Uragano Dorian, molti sfollati nelle Bahamas. Trump: “Le Bahamas sono piene di gang pericolose”

Secondo Trump: “Le Bahamas sono piene di membri di gang molto pericolose”. Il presidente USA non ha permesso a 130 sfollati di poter partire con un traghetto che da Freeport li avrebbe portati a Fort Lauderdale, in Florida.

Il bilancio delle vittime, tra Grand Bahama e le Isole Abaco, è attualmente di 45 persone, ma il numero è destinato inesorabilmente a salire: infatti, sono centinaia i dispersi, ai quali si aggiungono le ben 70mila persone che hanno visto distrutte le proprie abitazioni.