Chi è Tiziana Rivale, concorrente a “Tale e Quale Show 2019”: età, biografia e curiosità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:33

Cenni biografici su Tiziana Rivale, concorrente a “Tale e Quale show 2019”.

Tiziana Rivale sarà tra i concorrenti della nuova edizione di “Tale e Quale Show” che aprirà ufficialmente i battenti questa sera su Raiuno. Ecco qualche cenno biografico sulla cantante.

Tiziana Rivale, , pseudonimo di Letizia Oliva, è nata a Formia, il 13 agosto 1960. Inizia a cantare a 11 anni, prediligendo artisti come Ella Fitzgerald, Frank Sinatra, Aretha Franklin, il blues e la musica nera in genere. Concorre per alcune gare canore, vincendole e comincia la sua gavetta con la rock-band “Rockollection”, girando le discoteche del Nord Italia ed Europa. Inoltre, è impegnata in un tour comico-musicale di Gino Bramieri, per tre stagioni estive consecutive. Nel 1981, con il nome Tiziana Ciao, pubblica il suo primo 45 giri, “Addio Beatles / Meglio Charlot”.

Lasciato il gruppo, nel 1983 partecipa al “Festival di Sanremo”, vincendolo con la canzone “Sarà quel che sarà”, pubblicata dalla multinazionale WEA (con cui incide anche l’omonimo album “Tiziana Rivale”, nel 1984). Da allora, diverse sono le partecipazioni televisive e i concerti in Italia e all’estero, toccando paesi come Russia, Germania, Svizzera, Ungheria, Spagna, Turchia, Romania, Belgio, Canada, Australia e U.S.A. Si esibisce anche con la “Filarmonica di Praga”. Nel 1986, esce l’album “Contatto”. Da segnalare anche la sua partecipazione al “World Popular Song Festival Yamaha” di Tokyo. Tra i vari programmi televisivi in cui la cantante è stata ospite fissa, si annoverano anche le nove puntate di “Bella d’estate”, con Walter Chiari.

Dal 1988 al 1992, ha vissuto a Los Angeles, alternando le sue performance ad incisioni di colonne sonore e doppiaggio per film di produzione americana. Tra le altre cose, incide la canzone “My sophisticated love”, colonna sonora della serie “Quando arriva il giudice” di Giulio Questi e “Don’t try to stop tomorrow”, colonna sonora del film “Wilding”, di Eric Louzil.

È del 1995 il singolo “È finita qui”. Nel 1996, esce un altro album, “Con tutto l’amore che”. Nel 1997, esce la raccolta “Il meglio di Tiziana Rivale”. Nel 1998, esce l’album “Angelo biondo”, in cui l’artista si misura con alcuni classici italiani e internazionali. In questi anni, dal 1997 al 2003, ha fatto parte del cast di programmi televisivi come “Ci vediamo in TV”, “Alle 2 su Raiuno” e “Paolo Limiti Show”, ideate e condotte proprio da Paolo Limiti. Partecipa anche a un paio di edizioni di “Domenica In”, al fianco di Fabrizio Frizzi e dello stesso Limiti.

Età, biografia e curiosità su Tiziana Rivale

Da gennaio 2005 a giugno 2006, è stata ospite fissa di due programmi notturni (“Eros” e “Storie d’amore”), ideati da Gabriele La Porta, direttore di Rai Notte; sempre dal 2006, è in tour con la rock band “Rewind”. Nel 2008, è ospite fissa nel programma “MilleVoci” di Gianni Turco, dove tornerà quasi tutti gli anni e sulla TV musicale di SKY Music Life TV e diventa il volto ufficiale della gay tv italiana Canal G. A partire dal 2008, ritorna in sala d’incisione con uno stile musicale nuovo, spostandosi dal classico pop che l’aveva contraddistinta fino ad allora, verso uno stile più marcatamente dance, che si rifà nello specifico alle sonorità della Italo disco anni ’80. Per l’etichetta indipendente Flashback Records escono, quindi, su vinile i due singoli in inglese “Ash” e “Flame”. Fino al 2017, è protagonista di nuovi lavori, prevalentemente di impronta dance internazionale. Nel 2019, riceve il disco d’oro alla carriera in Messico.

Maria Rita Gagliardi