Incendio in una fabbrica di batterie, il fumo sovrasta tutta la città: “Stato d’emergenza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:51

Incendio fabbrica di batterieUn grosso incendio è divampato nella fabbrica di batterie per auto a Pianodardine: la nube di fumo generatasi si è diffusa sino al centro di Avellino, diramato lo stato d’emergenza.

Secondo le prime testimonianze raccolte dai media locali questo pomeriggio, all’interno della fabbrica di batterie per auto Ics di Pianodardine si sono sentite delle violente esplosioni alle quali è seguito il divampare di fiamme altissime e di una intensa coltre di fumo. In seguito all’accaduto sono stati chiamati immediatamente i soccorsi, che sono giunti il prima possibile sul luogo per cercare di limitare i danni.

I Vigili del Fuoco sono tutt’ora impegnati nell’estinguere l’incendio, mentre le forze dell’ordine si sono occupate di fare evacuare le abitazioni limitrofe al plesso industriale. A chi abita in una zona più distante, e quindi a minor rischio intossicazione, è stato ordinato di chiudere imposte e finestre per evitare che il fumo entri in casa. Tutte le aziende della zona hanno inoltre permesso ai dipendenti di allontanarsi per evitare danni alla salute.

Incendio in una fabbrica di batterie: diramato lo stato d’emergenza

Al momento non è chiaro quale sia l’ammontare dei danni, né se nell’esplosione siano coinvolte le sostanze chimiche con cui vengono create le batterie. In questo caso, infatti, la nube generata dall’incendio sarebbe altamente tossica e potrebbe causare gravi danni alla salute dei cittadini. La situazione è preoccupante poiché il fumo ha avvolto tutta la zona limitrofa, arrivando persino al centro di Avellino.

Informato della situazione di pericolo, il prefetto di Avellino ha diramato lo stato d’emergenza per tutelare la cittadinanza. Nel frattempo pare che stiano giungendo sul luogo dell’incendio altre unità di Vigili del Fuoco per estinguere le fiamme. L’incendio comunque sarebbe già circoscritto alla fabbrica di batterie e sotto controllo. Non vi sono notizie, invece , su eventuali feriti o decessi. L’unico ad aver accusato un malore sarebbe stato un Vigile del Fuoco, il quale però si sarebbe ripreso poco dopo l’intervento dei sanitari.