Incidente stradale mortale sulla Tangenziale est: morto automobilista che guidava una Smart

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30

Ieri pomeriggio, sulla Tangenziale est di Roma, un giovane uomo alla guida di una Smart ha perso la vita in un tragico incidente: dopo essere stato sbalzato fuori dalla vettura è stato investito da un autobus

Giovedì nero sulle strade di Roma. Il 44enne Fabio Scopelliti ha perso la vita ieri pomeriggio in un terribile incidente stradale avvenuto sulla Tangenziale est. La sua morte si aggiunge a quella di altre due persone, che sono decedute sempre ieri e sempre a Roma,  rimaste coinvolte in altri due incidenti stradali. C’è anche un ferito e si tratta di un bambina di 10 anni: le sue condizioni di salute sono serie.

Incidente stradale mortale sulla Tangenziale est, la vittima investita da un autobus

Tragedia sulla Tangenziale est di Roma ieri, nel pomeriggio. Un uomo di 44 anni, che viaggiava a bordo di una Smart, ha perso il controllo della sua vettura ed è andato a impattare. Il 44enne non è morto ma è stato sbalzato fuori dall’abitacolo del suo mezzo: a quel punto è stato colpito mortalmente da un pullman che viaggiava subito dietro alla sua vettura, e che non ha potuto fare niente per evitarlo. È successo sotto al Ponte Lanciani, direzione Foro Italico, e sul posto, per effettuare tutti i rilievi scientifici del caso, sono giunti gli agenti di Polizia locale di Roma capitale e il Gruppo Sapienza. Come riporta Roma Today, bisognerà capire la corretta dinamica del sinistro perché non sono chiari i motivi che abbiano portato il 44enne a perdere il controllo della sua automobile.

Incidente stradale mortale sulla Tangenziale est, chi era la vittima

La vittima è il giovane Fabio Scopelliti, 44 anni, un uomo molto conosciuto nella zona per via del suo lavoro in un bar sala slot che si trova in Via dei Crispolti. In queste ore numerosi messaggi di cordoglio e dolore stanno affollando la bacheca del suo profilo Facebook. “Tutti ti volevano bene perché sei una persona vera, speciale. Tutti ti conoscevano, tutti sapevano quanto grande era il tuo cuore. Io sono stato fortunato ad avere un amico come te. È troppo grande il vuoto che lasci e fa troppo rumore il tuo silenzio. Mi dispiace non avertelo mai detto prima: Ti Voglio Bene““, ha scritto un suo amico di nome Filippo.

Maria Mento