Rassegna Stampa | Titoli principali quotidiani del 15 settembre 2019

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:07

Le principali notizie riportate sulle prime pagine dei cinque quotidiani più venduti in Italia.

 

Corriere della Sera

-“Migranti, un patto a quattro”

Il testo del governo per il vertice del 23. Manovra, Gualtieri punta a un deficit vicino al 2% del Pil

Partenze immediate per gli altri Paesi, i sì di Germania, Francia e Malta

C’è grande attesa per il vertice che tra 8 giorni (23 settembre 2019) coinvolgerà i Ministri dell’Interno di Italia, Francia, Germania e Malta a La Valletta. Ordine del giorno: la risoluzione della questione accoglienza migranti e il nuovo patto di ripartizione tra i diversi Paesi d’Europa. Per l’Italia si avvicina il momento della legge di bilancio: il Ministro Gualtieri punta a un deficit che si aggiri intorno al 2%.

-Rubato il water d’oro Cattelan: pesa 103 kg”

Gran Bretagna. Preso il ladro, si cerca l’opera dell’artista italiano

Il water d’oro di Cattelan, in mostra presso la casa natale di Wiston Churchill (il Blenheim Palace), è stato portato via nella notte tra venerdì e sabato da alcuni ladri. La Polizia inglese ha fermato un uomo di 66 anni che è stato tratto in arresto. Il water, ricoperto in oro 18 carati, vale 1,1 milioni di euro e non è ancora stato ritrovato. “È successo molte volte che un mio lavoro fosse vandalizzato, a volte è stato buttato nell’immondizia per errore, ma non mi è mai successo di subire una vera “perdita”. Quando mi hanno detto del furto ho pensato che fosse uno scherzo, ci ho messo un po’ a realizzare che era successo davvero, che non era un film surrealista dove invece dei gioielli della regina, i ladri si erano portarti via un cesso. Ho sempre adorato i film di rapine, ma non mi sarei immaginato di farne parte. Mi chiedo se non siano i ladri i veri artisti, hanno agito con un rapidità e maestria tale che potrebbero essere considerati dei veri performer. Spero che “America” continuerà a essere usata nel bagno di qualcuno, per come l’avevo pensata, senza che il water sia sciolto, diviso in 103 lingotti da un chilo. Cari ladri, se mi state leggendo, per favore fatemi sapere se vi piace il lavoro e che cosa si prova a pisciare sull’oro”: così Maurizio Cattelan sul furto.

 

Il Sole 24 Ore

-“Attacco al petrolio saudita

Produzione dimezzata”

L’attentato. Saudi Aramco sotto tiro. Ribelli yemeniti colpiscono il più grande impianto pe il trattamento del greggio: persi 5 milioni di barili al giorno. Timori sui mercati

I droni guidati dai ribelli houthi yemeniti hanno attaccato due impianti di lavorazione nel greggio che si trovano in Arabia Saudita. Si tratta di un campo di estrazione che viene gestito dalla società Saudi Aramco e del più importante impianto, a livello mondiale, per il trattamento del petrolio. L’attacco è stato rivendicato. Si stima che siano andati perduti 5,7 milioni di barili al giorno e che la produzione sia stata dimezzata.

-Partite Iva, super forfait a rischio”

Conti pubblici

 

La Gazzetta dello Sport

-“Tre Conte”

L’Udinese in 10 si arrende (1-0): 3° vittoria di fila, nerazzurri in vetta da soli in attesa del Toro

Ma il tecnico brontola: «C’è tanto da lavorare»

L’Inter ha battuto l’Udinese nell’anticipo della terza giornata di campionato ed è l’unica squadra a essere, a punteggio pieno, in testa alla classifica. Si attende quello  che farà il Torino. Continua la sfida indiretta con la Juventus per la conquista finale del titolo di Campione d’Italia. Anche se la fine del campionato è ancora lontanissima, la nuova Inter di Conte sta mettendo le cose in chiaro, ma l’allenatore ha già avvertito che c’è ancora molto da fare.

-“Juve, Sarri c’è ma non si vede”

La Signora trema e perde i pezzi

Rimpianto Viola

Dopo due vittorie consecutive, la corsa della Juventus in campionato si è fermata a Firenze. Chiesa e compagni  hanno portato a casa il primo punto del torneo grazie al pareggio ottenuto con la Vecchia Signora. Partita che forse ai viola avrebbe potuto fruttare anche i tre punti della vittoria.

 

La Repubblica

-“Italia, cade il muro”

Svolta sui migranti

A Lampedusa sì del governo allo sbarco della Viking. La Ue a Palazzo Chigi: non vi lasceremo più soli

Gualtieri a Bruxelles: “Nessuna manovra restrittiva”. Ipotesi taglio ai contributi Inps per i redditi bassi

La rabbia della Lega a Pontida, insulti a Mattarella e Conte

Con il sì del Ministero dell’Interno allo sbarco dei migranti che per 8 giorni sono rimasti a bordo della Ocean Viking, nave Ong, si sblocca la questione dell’accoglienza e si superano i veti imposti dal decreto sicurezza-bis. Segnali positivi arrivano da Bruxelles, con Germania, Francia e Malta disponibili alla collaborazione con l’Italia. Per tutti questi fatti, oltre che per la nascita del governo giallo-rosso, alla giornata preparatoria del raduno di Pontida è esplosa la rabbia dei leghisti con insulti rivolti all’indirizzo del Presidente della Repubblica e del Presidente del Consiglio. Insulti che potrebbero profilare il reato di vilipendio.

 

La Stampa

-“Benetton, adesso vacilla la fiducia nei manager”

L’inchiesta sui controlli ammorbiditi ai viadotti: pronto a dimettersi il CDA Spea

“Salvaguardare gli azionisti”. Sulla revoca M5S e Pd si affidano a Conte

I nove provvedimenti cautelati emessi nell’ambito dell’inchiesta bis scaturita dal crollo del Pinte Morandi e che riguarda i controlli ammorbiditi condotti su cinque viadotti che si trovano in diverse zone d’Italia ha rappresentato un nuovo terremoto per Autostrade per l’Italia. Il CDA di Spea Enginneeering “si è reso disponibile a rimettere il proprio mandato nella mani del Presidente per consentire la più efficace tutela della Società”. Intanto, Luigi Di Maio insiste con la revoca della concessione ai Benetton.

-“Viking a Lampedusa

Di Maio: così Salvini aumenta i consensi”

Maria Mento