Silvio Berlusconi come Laio: Forza Italia e Mediaset pullulano di Edipo che guardano a Toti e Salvini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:15

Silvio Berlusconi

Interessante corsivo di Aldo Grasso sul Corriere della Sera circa il parricidio (sia pur figurato) che Silvio Berlusconi, nelle vesti di Laio, rischierebbe di subire da parte di tanti novelli Edipo – sia sul fronte Forza Italia che sul fronte Mediaset (in compenso nessun tradimento starebbe venendo ordito da parte dei suoi veri figli, fedeli al padre).

Nonostante i sondaggi lo vorrebbero seconda forza del centrodestra (ne abbiamo scritto sempre questo pomeriggio), sarebbero in tanti pronti ad abbandonare la nave dell’ex premier (anche in questo caso, parliamo in termini metaforici. Quindi nessun riferimento ad Azzurra, la nave della libertà):

in Lombardia, sette consiglieri di Forza Italia sarebbero pronti ad entrare nel partito fondato da Giovanni Toti, governatore della Liguria che ha già abbandonato Forza Italia (di cui era diventato coordinatore nazionale assieme a Mara Carfagna), fondando un nuovo partito (“Cambiamo!”) cui hanno già aderito diversi ex mebri di FI.

Ma a tradire il Cavaliere non sarebbero solo uomini del suo partito: in seno a Mediaset due ex cantori delle gesta berlusconiane sono stati folgorati sulla via di Pontida, diventando alfieri del sovranismo tricolore.

Gli Edipo, in questo caso, sono Paolo Del Debbio – tra i fondatori di Forza Italia – che “da tempo conduce in video battaglie sovraniste in favore di Matteo Salvini” e Mario Giordano, che già durante la direzione di Studio Aperto proponeva quel tipo di notizie che hanno fatto la fortuna del leghismo salviniano.