Aggredito dal figlio che voleva difendere la madre: in manette un uomo di 48 anni. Denunciato il giovane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:20

Stava picchiando la moglie e per questo motivo il figlio è intervenuto, aggredendolo a sua volta. È successo a Frascati, dove i Carabinieri hanno arrestato un uomo filippino di 48 anni e denunciato il figlio

Un uomo filippino di 48 anni aveva iniziato a picchiare la moglie, 43 anni e anche lei filippina, e per questo motivo il figlio di 20 anni lo ha aggredito ferendolo con un’arma da taglio. A scoprire quanto accaduto, a Frascati (Roma), i Carabinieri che hanno arrestato il 43enne e denunciato il figlio: entrambi sono accusati di lesioni personali aggravate. L’uomo è sono arrivato al pronto soccorso dell’ospedale per essere medicato e i medici- constatando la situazione- hanno subito allertato le Forze dell’ordine.

Aggredisce la moglie e il figlio interviene per difenderla, il giovane ha usato un coltello da cucina

Nella serata del 14 settembre i Carabinieri della Compagnia di Frascati sono intervenuti per arrestare un uomo filippino di 48 anni che aveva aggredito e picchiato la moglie. Secondo la ricostruzione dei fatti fornita dall’Agenzia Ansa, l’uomo aveva aggredito la donna (una conterranea di 43 anni) al culmine di una lite, e a quanto pare tra i due si trattava di episodi frequenti.  Il 48enne aveva cercato di soffocarla e di colpirla con una doccetta per l’irrigazione del giardino, prima di scaraventarla a terra. Sentendo le urla della donna, il figlio 20enne della coppia è intervenuto in suo aiuto: non riuscendo a far desistere il padre da quelle violenze, ha recuperato un coltello da cucina e lo ha ferito con quello. Successivamente, il 48enne si è presentato al Ponto soccorso dell’Ospedale San Sebastiano Martire di Frascati.

Aggredisce la moglie e il figlio interviene per difenderla, 7 giorni di prognosi per la donna aggredita

I medici hanno riscontrato sul 48enne una doppia ferita lacero-contusa alla spalla sinistra e una alla mano. La moglie, medicata pure lei successivamente, ha riportato un trauma cranico, contusioni ed escoriazioni multiple e segni al collo per il tentativo di strangolamento. La sua prognosi è di 7 giorni. Vista la situazione, è partita una chiamata al 112 che ha permesso ai Carabinieri di intervenire. I militari hanno tratto in arresto il filippino con l’accusa di lesioni personali aggravate. Il figlio non è stato arrestato ma è stato denunciato per lo stesso reato.

Maria Mento