Calciatore 21enne si suicida dopo aver letto i messaggi della fidanzata: colpa degli steroidi?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:49

Calciatore 21enne si suicidaJacob Standbridge, calciatore inglese 21enne, si è tolto la vita dopo aver letto i messaggi della fidanzata. Possibile che nella decisione estrema abbiano influito gli steroidi?

Il 13 ottobre del 2018, Jacob Standbridge, giovane calciatore dell’accademy (equivalente della primavera in Italia) dello Stoke City, è stato trovato morto sulle rotaie della stazione di Sandbach. Si pensa che il giovane abbia deciso di porre fine alla propria vita: durante le indagini è emerso che una delle possibili cause del gesto era la crisi nella relazione con la fidanzata Ciera, di cui era follemente innamorato. Inoltre, poco prima di suicidarsi, il ragazzo ha scritto un messaggio alla madre nel quale si leggeva: “Ti amo tantissimo mamma. Ti ringrazio per tutto quello che hai fatto. Mi dispiace tantissimo”.

Gli elementi per pensare ad un suicidio legato alla crisi relazionale ci sono tutti, eppure ci sono alcuni elementi che fanno dubitare gli investigatori sul perché abbia preso questa decisione. Se il lato sentimentale della vita non andava come voleva, quello professionale andava a gonfie vele: da poco gli era stato offerto un posto di lavoro come gestore di corsi di allenamento nelle scuole locali.

Calciatore 21enne si toglie la vita: dubbi sulle motivazioni

Una delle ipotesi che è stata avanzata in questi mesi è legata all’utilizzo degli steroidi. La relazione con Ciera si era incrinata proprio dopo che il ragazzo aveva cominciato ad assumere le sostanze per fare gonfiare i muscoli. Ciera non era d’accordo con l’utilizzo eccessivo di steroidi ed i due fidanzatini avevano dibattuto spesso a riguardo.

La rottura del fidanzamento, però, era giunta solamente dopo che Jacob aveva letto dei messaggi sul telefono della ragazza. Ne è nata una lite ed il giorno seguente la ragazza aveva deciso di lasciarlo. Jacob ha perso l’equilibrio e, sebbene i genitori cercassero di farlo ragionare, poco più tardi è stato trovato privo di vita. Per il coroner che ha esaminato la scena il giovane calciatore non aveva motivo per suicidarsi, dunque ritiene che il gesto sia stato compiuto a causa degli sbalzi umorali che gli causavano gli steroidi.