Opinionista di Telelombardia licenziato da una trasmissione televisiva per epiteti razzisti. A Verona ‘buuu’ rivolti verso Kessie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:40

Razzismo nel calcio, licenziato opinionista di ‘Top Calcio 24’ su Telelombardia per epiteti razzisti contro Lukaku. A Verona ‘buuu’ rivolti dai tifosi dell’Hellas al giocatore del Milan Frank Kessiè.

Continuano gli episodi di razzismo nel calcio italiano, sia dentro che fuori dal campo. Luciano Passirani, opinionista di ‘Top Calcio 24’, trasmissione televisiva in onda su Telelombardia è stato licenziato in diretta dopo una frase razzista rivolta verso Lukaku. Parlando della forza dell’attaccante nerazzurro, Passirani si è lasciato andare a una frase davvero sgradevole: “Per fermarlo gli devi lanciare 10 banane da mangiare”. 

Dopo qualche ora, il direttore di rete Fabio Ravezzani ha notificato in diretta tv il licenziamento dell’opinionista: “Un’immagine indegna evocata da un anziano opinionista che, malgrado le scuse, non verrà più invitato nelle nostre trasmissioni”.

‘Buuu’ razzisti verso Kessiè, il club scaligero minimizza: “Niente razzismo, solo fischi per le decisioni arbitrali”

Al Bentegodi, intanto, ieri sera c’è stato un altro episodio di razzismo dei tifosi veronesi verso il calciatore ivoriano del Milan, Frank Kessiè, fischiato e infastidito con spregevoli ‘buuu’. Non si è fatta attendere la risposta del club scaligero, che ha minimizzato l’episodio: “I ‘buuu’ a Kessiè? Gli insulti a Donnarumma? Forse qualcuno è rimasto frastornato dai decibel del tifo gialloblù. Cosa abbiamo sentito noi? Fischi, inevitabili, per decisioni arbitrali che lasciano ancora oggi molto perplessi, e poi tanti applausi, ai nostri ‘gladiatori’, a fine gara. Non scadiamo in luoghi comuni ed etichette ormai scucite. Rispetto per Verona e i veronesi”.

Tale episodio fa seguito a quello accaduto ai danni di Lukaku a Cagliari nella seconda giornata. Intanto, l’attaccante della Roma Edin Dzeko, intervistato ieri ai microfoni di Sky al termine del match vinto dai giallorossi contro il Sassuolo, ha detto la sua su questi episodi razzisti sempre più frequenti: “Penso che il razzismo sia un problema più grande in Italia rispetto ad altri Paesi, specialmente in Inghilterra. Spero, per il bene degli altri giocatori, che queste cose finiscano e che la Federazione possa vederlo e provare a fermarlo in ogni modo possibile”.