Scoperta agghiacciante nella casa di un medico abortista: conservava oltre 2000 feti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:23

custodiva oltre 2000 feti in casaScoperta inquietante in casa di un medico abortista statunitense: i familiari hanno trovato oltre 2000 feti conservati nello scantinato.

In questi giorni ha destato scalpore negli Stati Uniti il ritrovamento di 2246 feti nella casa di Ulrich Klopfer, medico abortista dell’Illinois recentemente deceduto. A fare la sconvolgente scoperta sono stati i familiari del medico, entrati nella casa del parente in settembre, qualche giorno dopo il suo decesso. Ovviamente la scoperta è stata segnalata alle autorità locali che si sono occupate di esaminare e prelevare i feti conservati nello scantinato dell’abitazione.

Non è chiaro quale fosse il motivo per cui il medico abortista conservasse in casa i feti. Secondo quanto si legge sui quotidiani d’oltreoceano, Ulrich è stato uno dei pionieri della pratica di cessazione della gravidanza ed ha operato in vari ospedali dell’Indiana per 43 anni. Nel 2016, però, gli è stata ritirata la licenza quando è stato denunciato per delle violazione di protocolli e procedure di sicurezza richiesti.

Medico abortista conservava oltre 2000 feti in casa: gli avevano ritirato la licenza nel 2016

La denuncia ai suoi danni è partita poiché il medico abortista ha utilizzato una pratica per l’aborto ormai in disuso da diversi anni. All’epoca dei fatti si era giustificato dicendo che continuava ad utilizzarla poiché la riteneva sicura: pare che in 43 anni di operazioni non fosse mai morta nessuna paziente.

Quella denuncia, però, era solo l’ultima di una lunga serie. Il medico ha ammesso di aver praticato un aborto su una paziente di 10 anni, rimasta incinta dopo che lo zio l’aveva violentata. Inoltre ha ammesso di non aver mai usato anestesia o somministrato farmaci per lenire il dolore delle pazienti. Numerose sono state negli ultimi anni le contestazioni per i suoi metodi brutali ed è andato a processo anche per aver praticato aborti illegali.