L’accusa di Selvaggia Lucarelli: “La bambina Greta portata da Salvini sul palco di Pontida non c’entra nulla con Bibbiano”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:47

Selvaggia Lucarelli, attraverso un post sulla propria pagina Facebook, ha accusato Salvini di sciacallaggio: “Mi comunica un magistrato che la bambina Greta portata da Salvini sul palco di Pontida non è menzionata nell’ordinanza del GIP di Reggio Emilia riguardante il caso Bibbiano”.

Continua a far discutere la scelta di Matteo Salvini di portare sul palco di Pontida una bambina per tenere viva l’attenzione pubblica sui fatti di Bibbiano. La giornalista Selvaggia Lucarelli, sulla propria pagina Facebook, ha accusato il leader della Lega di vergognoso sciacallaggio e di aver portato sul palco una bambina totalmente estranea alla vicenda sugli affidi di Bibbiano.

Così recita il post della Lucarelli: “Mi comunica un magistrato che la bambina Greta portata da Salvini sul palco di Pontida non è menzionata nell’ordinanza del GIP di Reggio Emilia riguardante il caso Bibbiano. Inoltre il suo caso non sarebbe stato neppure tra quelli seguiti dai Servizi Sociali della Val d’Enza. Spero che Matteo Salvini, per quel che resta della sua reputazione, possa smentire”.

Selvaggia Lucarelli attacca Salvini: “Salvini ha strumentalizzato Bibbiano in modo indegno”

In un altro post su Facebook, Selvaggia Lucarelli ha affermato anche di aver contattato la madre della bambina: “Confermo tutto, perché ho parlato con la madre. La bambina di Pontida non c’entra nulla con Bibbiano. Vive in Lombardia e le case famiglia a cui fu affidata erano a Varese e Como. Salvini ha strumentalizzato Bibbiano e i bambini in modo indegno”.

Se le parole di Selvaggia Lucarelli venissero effettivamente confermate, si tratterebbe di un’evidente mistificazione della realtà da parte di Matteo Salvini, oltre al poco gusto di portare sul palco una bambina così piccola a scopi puramente propagandistici. Seguiranno aggiornamenti.