Rassegna Stampa | Titoli principali quotidiani del 17 settembre 2019

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:07

Le principali notizie riportate sulle prime pagine dei cinque quotidiani più venduti in Italia.

 

Corriere della Sera

-“La scissione di Renzi: addio Pd”

«Non posso più stare assieme ai miei carnefici». Tra i fedelissimi c’è chi resterà con i democratici

Chiama Conte: lascio il partito ma non il governo, subito gruppi autonomi

È ufficiale: Matteo Renzi lascia il Pd. Dopo le voci insistenti che circolavano già a crisi di governo in atto, l’ex segretario dem ha telefonato al Presidente del Consiglio Conte per avvertirlo della sua scelta di lasciare il Pd ma non il governo, di cui continuerà a fare parte. “I gruppi autonomi nasceranno già questa settimana. E saranno un bene per tutti: Zingaretti non avrà più l’alibi di dire che non controlla i gruppi Pd perché saranno “derenzizzati”. E per il governo probabilmente si allargherà la base del consenso parlamentare, l’ho detto anche a Conte”, ha rivelato Renzi in un’intervista a La Repubblica. La sua decisione è stata annunciata anche attraverso la sua pagina FB.

-La favola del piccolo Gabry che ha trovato il suo donatore”

La storia. È uno dei venti bambini al mondo affetti da una patologia rara

C’era una possibilità su 100mila di trovare un donatore per il piccolo Gabry, il bimbo affetto da Sifd (anemia sideroblastica con immunodeficienza delle cellule B), una malattia genetica rarissima che si manifesta con febbre e ritardo dello sviluppo. Gabry è l’unico bimbo a esserne affetto in Italia: adesso è stato miracolosamente trovato un donatore e il bimbo verrà operato agli Spedali Civili di Brescia.

 

Il Sole 24 Ore

-“Autostrade, Castellucci pronto a lasciare”

Il giorno della verità

Il consiglio di Atlantia deciderà oggi la posizione dell’amministratore delegato

La famiglia Benetton potrebbe chiedere le dimissioni dell’amministratore delegato di Atlantia, Giovanni Castellucci. Questo per salvaguardare la reputazione della società dopo quanto emerso in seguito all’inchiesta bis e alla scoperta dei report falsati redatti su altri viadotti. Si aspetta per oggi la decisione del CDA, convocato in via straordinaria per volontà dello stesso Castellucci he probabilmente intende assecondate la richiesta di dimissioni. Il titolo Atlantia ieri mattina è stato sospeso in Borsa per forte ribasso.

 

La Gazzetta dello Sport

-“Ale Italia!”

Del Piero accende la Champions

«Juve, con più coraggio e Ronaldo la coppa arriverà.

Inter e Napoli mi convincono e pure l’Atalanta ha chance»

Alessandro Del Piero e la Champions League: cosa ne pensa l’ex numero 10 della Juventus? La Vecchia Signora, con questo organico, può puntare alla Champions. Ma anche le altre italiane convincono Pinturicchio: Inter e Napoli ok, e perfino l’Atalanta ha qualche possibilità.

-“Toro seduto”

Cede al Lecce, Inter prima da sola

Belotti, rigore negato al 95’: polemica

La sconfitta del Torino contro il Lecce nella terza giornata di campionato ha regalato la testa della classifica all’Inter, che adesso fa la capolista della serie A in solitaria. Sulla sconfitta del Torino c’è una polemica relativa a un calcio di rigore non concesso al 95esimo minuto, in pieno recupero e quasi alla fine dell’incontro.

 

La Repubblica

-“Perché lascio il Pd”

Intervista a Renzi

“Voglio combattere Salvini, non difendermi dal fuoco amico. Per molti ero un intruso, lo dimostrano le prime scelte di Zingaretti  

Uscendo ora faccio chiarezza nel governo, che sarà più forte. non vedo il partito come un nemico ma manca la visione del futuro”

“In settimana gruppi autonomi con una trentina di parlamentari”

Con un’intervista rilasciata a La Repubblica, Matteo Renzi ha spiegato tutti i motivi che lo hanno spinto a prendere la decisione di lasciare il Pd e di fondare una realtà politica tutta sua. Uno dei motivi è quello di essersi sentito, a lungo tempo, considerato come un nemico dai suoi stessi compagni. Renzi ha dichiarato che rimarrà nel governo e che continuerà a fare la guerra a Salvini. Con lui ci saranno una trentina di parlamentari, anche se pare che non tutti i fedelissimi l seguiranno.

-“Ricatto alla Juve”

In cella i capi ultrà

Le curve in mano al crimine

Ricattavano la Juventus (la società) per poter gestire loro il bagarinaggio e per questo motivo la Digos di Torino ha arrestato i capi ultrà della Vecchia Signora. Gli arresti sono arrivati a margine di una inchiesta dal nome “Last banner”, durata diverso tempo. Sei persone sono state arrestate, quattro sono agli arresti domiciliari e altre due hanno l’obbligo di dimora. A rischio c’è l’incontro tra Juve e Verona, previsto per sabato prossimo.

 

La Stampa

-“Terremoto Renzi sul Conte bis”

Oggi l’annuncio ufficiale dell’addio. Una scelta che può mettere in crisi i giallorossi

Scissione nel Pd, l’ex segretario lascia. Telefonata al premier: “Ho un mio progetto ma ti sosterrò”

-“La Juve denuncia il ricatto degli ultrà

In 12 vengono arrestati dalla polizia”

Il far west delle curve

Maria Mento