Caso Bibbiano, Andrea Carletti querela oltre 100 persone. C’è anche Di Maio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:06

Andrea Carletti, sindaco dem coinvolto nel caso Bibbiano ha deciso di presentare querela contro 147 persone. La decisione arriva a seguito dei numerosi post e e-mail accumulate in questi mesi dove oltre a subire minacce, veniva anche offeso. Attualmente sospeso dal pubblico ufficio e agli arresti presso il suo domicilio, Andrea Carletti querela ad oltranza e non ha risparmiato nemmeno il leader dei Cinque Stelle Luigi Di Maio.

Andrea Carletti querela: le parole di Di Mario incriminate

Come riporta il Messaggero, mesi fa, quando per i pentastellati era impensabile un’alleanza con i dem, Di Maio aveva espresso il suo parere sull’inchiesta Angeli e Demoni.

Il leader del M5S si era espresso così in un post sui social: “Col Pd non voglio avere niente a che fare. Col partito che fa parte dello scandalo di Bibbiano, con i bambini tolti ai genitori e addirittura sottoposti a elettroshock e mandati a altre famiglie, con il sindaco Pd che è coinvolto in questo, non voglio avere niente a che fare”.

La difesa dei legali di Carletti

La notizia, che subito ha fatto il giro del web, ha trovato ampia conferma anche dagli esponenti giudiziari coinvolti nel caso. I due legali dell’ex primo cittadino di Bibbiano, Giovanni Tarquini e Vittorio Manes,  stanno dunque muovendosi per tutelare la reputazione del loro assistito. Nel frattempo sono in attesa della sentenza del tribunale della libertà (il tribunale del riesame) circa il ricorso contro i domiciliari.