Una pantera nera cammina sul cornicione di un palazzo, residenti spaventati. E’ allarme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:47

pantera nera

L’enorme felino passeggiava sui tetti di un edificio nel cuore di una città. Sedici vigili del fuoco impegnati, oltre due ore per immobilizzare la pantera

Non riuscivano a credere ai loro occhi, residenti e pedoni, quando alzando gli occhi hanno notato la presenza di un enorme pantera nera che camminava sui cornicioni di un edificio residenziale. L’episodio che ha allarmato i presenti è avvenuto in una città francese, Armentières, nel nord del Paese a poca distanza dal confine con il Belgio. Uno degli abitanti ha raccontato di aver pensato, inizialmente, che si trattasse del suo gatto ma quando si è reso conto che la testa del felino era troppo grande è scappato al piano di sotto dalla vicina e da qui ha chiamato i pompieri. Sul posto sono dunque arrivati i vigili del fuoco, increduli quanto i residenti nell’osservare una pantera nera camminare senza paura davanti alla finestra dell’edificio. Per prima cosa è stato creato un perimetro di sicurezza ma nel frattempo la pantera era entrata in una casa, nella quale si trovava una 15enne che è letteralmente fuggita. Qui è stato possibile bloccare il felino, del peso di circa 30 kg e delle dimensioni di un grosso cane.

Il felino è entrato in una casa, 15enne terrorizzata

Ci sono volute circa due ore per completare l’operazione che ha tenuto impegnati sedici vigili del fuoco: con un sedativo è stato possibile addormentare l’animale, messo in una gabbia per essere consegnato nelle mani degli uomini della forestale che a loro volta si sono recati alla Lega per la protezione degli animali. Secondo gli esperti la pantera sarebbe domestica, scappata da un’abitazione e avrebbe circa 6 mesi. Non è identificato e non ha microchip, si teme dunque che possa far parte di un traffico di animali. Per il proprietario, che secondo Le Parisien si sarebbe dato alla fuga, il rischio è quello di una multa di 15.000 euro o un anno di reclusione, per diversi reati.