Violenti terremoti M 5.3 e 5.8 nel Mediterraneo provocano crolli, avvertiti anche in Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00

terremoto albania

Momenti di paura per due forti terremoti di magnitudo 5.3 e 5.8 registrati in Albania ma distintamente avvertiti anche nel sud Italia

Serie di scosse di terremoto violentissime quelle registrate sulle coste dell’Albania. Un sisma di magnitudo 5.8 registrato alle 16.04 ora italiana seguita da un secondo terremoto, magnitudo 5.3 della scala Richter, alle 16.15; entrambe le scosse sono state localizzate al largo di Durazzo come riportato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Secondo le prime informazioni l’intensità dei due terremoti, il cui ipocentro è stato individuato ad una ventina di chilometri di profondità, è stata tale da essere distintamente avvertita anche in Italia ed in particolare in Puglia, sul Gargano e nel Salento. In Albania si registrano crolli: diverse abitazioni sarebbero infatti crollate in un paese ubicato tra Durazzo e Tirana, in seguito all’intensità del terremoto.

Crolli e blackout in diverse città, centinaia di telefonate

E’ quanto riferito dai media locali che confermano anche che la macchina dei soccorsi si è messa in moto per cercare eventuali dispersi, aiutare i feriti ed effettuare tutte le necessarie verifiche per capire quale sia l’entità dei danni. Numerose sono state le telefonate ai vigili del fuoco, oltre un centinaio, da parte di cittadini italiani ed in particolare dalla provincia di Lecce ma anche da Bari, dove i residenti hanno sentito distintamente il terremoto ai piani alti. In Albania invece si sarebbero registrati blackout in particolare in alcune aree della città di Durazzo; gravi danni anche a Tirana dove un intero palazzo è stato evacuato per il possibile rischio di crolli. Sono migliaia le persone impaurite nelle strade.