Il dem Pietro Bartolo si scusa con gli elettori: “Ho sbagliato, cambio il mio voto circa la risoluzione sulla memoria europea”

Pietro Bartolo (Pd) si scusa con il suo elettorato dopo il voto favorevole al Parlamento Europeo sula risoluzione che equipara nazismo e comunismo: “Ho sbagliato”.

Pietro Bartolo, il medico diventato il simbolo della solidarietà per il ruolo svolto a Lampedusa, si è scusato con i suoi elettori su Facebook.

Bartolo è stato eletto come eurodeputato nelle liste del Pd e il 19 settembre al Parlamento Europeo ha votato a favore alla risoluzione che equipara nazismo e comunismo. Ma qualche giorno dopo sono arrivate le scuse ai suoi elettori: “Ho deciso di cambiare il mio voto da positivo a contrario alla risoluzione sulla memoria europea. Inutile girarci attorno: ho sbagliato, non avrei dovuto votare favorevolmente”.

Europarlamento, le scuse di Pietro Bartolo agli elettori: “Ho sbagliato, cambio il mio voto sulla risoluzione che equipara nazismo e comunismo”

Bartolo ha continuato: “Mi scuso con i miei elettori e ringrazio i tanti che mi hanno scritto in questi giorni. Il confronto serve anche a questo: a riconoscere quando si è commesso un errore e fare un passo indietro”.

Le polemiche sulla risoluzione che equipara comunismo e nazismo, voluta fortemente dalla destra e da Ppe, sono esplose negli ultimi giorni. Ad attaccare per primi sono stati i parlamentari di Leu. Forti le parole di Francesco Laforgia e di Luca Pastorino: “Pericolosa rilettura che finisce per sdoganare ideologie neo-fasciste”.