Bimba di soli 10 anni tenta il suicidio: due poliziotte intervengono in tempo e la salvano

Voleva farla finita a soli dieci anni.

E se già è drammatico pensare di togliersi la vita in età adulta, ancor più lo è quando si è bambini.

Ma la piccola Laura (nome di fantasia) voleva già farla finita, lanciandosi dalla finestra di casa sua – al terzo piano.

Il pronto intervento di due poliziotte libere dal servizio ha evitato che la tragedia si consumasse: le agenti della direzione centrale della Polizia criminale di Roma sono state attratte da un capannello di persone intente a guardare verso l’alto e dalle urla di un’anziana donna (la nonna, la madre era a lavoro).

Giunte sul posto, hanno deciso di intervenire salendo al terzo piano, entrando nell’appartamento, parlando con la bambina e bloccandola prima che decidesse di lanciarsi.

“È una cosa che mi porterò dentro per tutta la vita. Io ero in auto mentre la collega del commissariato di zona a piedi quando entrambe siamo state attratte da quel capannello di persone che guardavano verso l’alto. Qualcosa mi ha detto che c’era una situazione di grave da gestire. Quando abbiamo visto la bambina che si sporgeva dal balcone siamo immediatamente intervenute. La nostra premura era di metterla in salvo, così l’abbiamo afferrata. Poi l’abbiamo portata dentro casa dove l’ho tenuta in braccio a lungo per calmarla e consolarla in attesa dei soccorsi”: questo il racconto del commissario capo Maurizia Quattrone della Direzione Centrale Polizia Criminale, autrice del salvataggio assieme alla collega.

Nella tragedia di quella situazione, la gioia più grande è che si sia salvata“, ha concluso la Quattrone.

Dopo il salvataggio, la bambina è stata portata in ospedale per verificare se avesse bisogno di cure.

Avviata frattanto una segnalazione alla Procura dei minori.