Papa Francesco durante il suo ultimo viaggio apostolico in Africa: “Sono un Papa assediato, pregate per me”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:17

Durante il suo ultimo viaggio in Africa, tra il 5 e l’8 settembre, Papa Francesco ha raccontato ai Gesuiti di Mozambico e Madagascar di essere incalzato costantemente da alcuni nemici interni alla curia: “Il Papa è tentato, è molto assediato: solo la preghiera del suo popolo può liberarlo”. Sono queste le rivelazioni di Antonio Spadaro, direttore di ‘La Civiltà Cattolica’

Antonio Spadaro, direttore della rivista ‘La Civiltà Cattolica’, ha riportato alcune dichiarazioni pesanti di Papa Francesco durante il suo ultimo viaggio in Africa. In occasione del viaggio apostolico in Africa fra il 5 e l’8 settembre, il Papa si è intrattenuto con i Gesuiti di Mozambico e Madagascar, chiarendo alcuni dubbi e perplessità su alcuni nemici interni alla curia: “È importante che la gente preghi per il Papa e per le sue intenzioni. Il Papa è tentato, è molto assediato: solo la preghiera del suo popolo può liberarlo”.

Papa Francesco: “Sento continuamente il bisogno di chiedere l’elemosina della preghiera”

L’essere assediato dall’interno sta alimentando molti pensieri nel Pontefice. Egli, sempre grazie alle rivelazioni di Antonio Spadaro, ha inoltre riferito ai Gesuiti africani: “Quando Pietro era imprigionato, la Chiesa ha pregato incessantemente per lui. Se la Chiesa prega per il Papa, questa è una grazia. Io davvero sento continuamente il bisogno di chiedere l’elemosina della preghiera”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!