Giovane sfigurato e costretto su sedia a rotelle a causa di un incendio arrestato per omicidio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:53

Giovane sfiguratoIl giovane Michael Miller, rimasto sfigurato e costretto sulla sedia a rotelle in seguito ad un incendio, è stato arrestato per l’omicidio di un uomo.

Il dramma di Michael Miller è cominciato nel 2003, quando giocando con un accendino ha causato un incendio nella casa dei genitori. Il ragazzo all’epoca dell’accaduto aveva appena 3 anni ed è stato l’unico della sua famiglia a salvarsi dalle fiamme. Sebbene sia sopravvissuto al terrificante incendio, Michael porta ancora i segni di quella notte: il viso è stato completamente sfigurato ed è costretto a muoversi su una sedia a rotelle. Adesso che ha compiuto 19 anni il ragazzo deve affrontare un nuovo dramma: è stato accusato dell’omicidio di Raul Salazar, uomo di 43 anni che apparentemente non aveva alcun legame con il giovane.

Giovane sfigurato da un incendio accusato di omicidio

L’omicidio si sarebbe verificato da qualche parte a Las Vegas, città in cui risiede Michael. Il corpo dell’uomo è stato trovato all’interno di una sacca nel mezzo del deserto del Nevada. La causa della morte sono numerosi colpi d’arma da fuoco, ma il quantitativo di sangue trovato sulla scena del crimine fa pensare che sia stato ucciso in un altro luogo e successivamente scaricato nel deserto.

La fonte che riporta la notizia in Europa, il Daily Star, non spiega come gli investigatori siano arrivati ad accusare il giovane, ma è probabile che i proiettili trovati nel cadavere corrispondessero ad un’arma da fuoco in possesso di Michael. Intervistato dal ‘Las Vegas Rewiev Journal‘, lo zio Robert Miller ha confermato che il nipote è costretto a muoversi su una sedia a rotelle e che non gli ha mai sentito nominare questo Salazar. Inoltre la descrizione non coinciderebbe con quella di nessuno dei suoi amici.