Minaccia il suicidio dopo una lite con la fidanzata e accoltella un agente

accoltella agente polizia

Un 21enne ha minacciato di lanciarsi nel vuoto: fermato dai poliziotti ne ha accoltellato uno. Arrestato con le accuse di resistenza e lesioni

Ha deciso di farla finita al culmine di un litigio con la sua fidanzata ma l’epilogo è stato decisamente differente. Un 21enne ha infatti accoltellato uno dei poliziotti che poco prima, era riuscito a salvargli la vita. L’episodio è avvenuto nel quartiere di Marassi, a Genova: sul posto, chiamati dai genitori del ragazzo, sono intervenuti diversi agenti della polizia che hanno trovato il 21enne armato di coltello e potenzialmente pericoloso. Aveva infatti iniziato a procurarsi delle ferite, una delle quali a forma di cuore sul petto, minacciando di suicidarsi. Sono stati i genitori del giovane a dare agli agenti le chiavi per accedere alla camera da letto nella quale si era rinchiuso: nel frattempo il 21enne si era messo cavalcioni sulla finestra, al terzo piano del palazzo, minacciando di lanciarsi nel vuoto, prontamente trattenuto, non senza difficoltà, da tre uomini uno dei quali è stato però raggiunto da diverse coltellate.

Il 21enne ha accoltellato un agente

Il ragazzo, in evidente stato di alterazione, ha colpito un sovrintendente di 45 anni in servizio alle volanti, che ha riportato ferite al braccio e alla mano con 15 giorni di prognosi. Dopo averlo immobilizzato, il giovane è stato arrestato con le accuse di resistenza e lesioni aggravate, prima di essere condotto all’ospedale San Martino di Genova dove è ricoverato con prognosi riservata e guardato a vista dagli agenti. Nelle ore successive è emerso che oltre ai genitori del ragazzo, di origine brasiliana e con precedenti in materia di stupefacenti, anche alcuni cittadini che hanno sentito le urla della ragazza hanno allertato il 112.