Nuovi terremoti nel mondo, tremenda scossa di magnitudo 6.6 segnalata anche da Ingv

terremoto cile

Secondo terremoto nell’arco di pochi giorni nello stesso Paese, il sisma ha raggiunto una magnitudo di 6.6 gradi Richter, ed è stato avvertito dalla popolazione

Non accennano a ridursi le intense scosse di terremoto registrate in questi giorni in diverse parti del mondo. E così dopo Indonesia, Nuova Zelanda e Porto Rico, è tornato a tremare il Cile dove è stato registrato un violento sisma di magnitudo 6.6 indicato dai sismografi internazionali. Un movimento tellurico estremamente superficiale, soprattutto se rapportato alla sua potenza, con ipocentro a 13 chilometri di profondità ed epicentro in mare, a poca distanza dalle coste.

Epicentro in mare, ipocentro superficiale

Il terremoto è avvenuto alle 17:57 ora italiana, le 12:57 locali e secondo le prime informazioni sarebbe stato distintamente avvertito dalla popolazione che vive sulle coste in particolare a Constitucion ma non è da escludere che la scossa possa essere stata sentita anche a San Antonio e a Santiago. Al momento non si registrano danni a cose o persone: quello però appena avvenuto è il secondo sisma nell’arco di pochi giorni ad interessare il Paese. Un altro terremoto di magnitudo 6 della scala Richter è infatti stato registrato il 26 settembre. In quel caso si è trattato di un evento verificatosi nell’entroterra, nel cuore del Parco nazionale Puyehue, con ipocentro molto profonda localizzata ad oltre 120 km.