Trovate 330 monetine nello stomaco di un alligatore morto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:21

I veterinari hanno rinvenuto ben 330 monete nello stomaco di un grosso alligatore. Le hanno gettate in acqua i visitatori dello zoo nel corso degli anni

Scoperta che ha dell’incredibile quella fatta da alcuni esperti nello stomaco di un alligatore morto nel mese di maggio. Il rettile si trovava nello zoo giapponese di Higashimaya, nella città di Nagoya dove era arrivato nel 1965: la morte è sopraggiunta all’età di 54 anni e quando è successo, nell’effettuare l’autopsia, i veterinari hanno fatto una ritrovamento terribile quanto assurdo: nello stomaco dell’alligatore erano presenti ben 330 monetine, un’enorme quantità di spiccioli per lo più da 5 e 10 yen che fortunatamente non ha provocato lesioni agli organi interni ma con la quale l’animale ha convissuto probabilmente per molti anni.

L’usanza di lanciare monetine in acqua

Secondo i veterinari infatti le monetine non sarebbero state la causa del decesso del coccodrillo e le avrebbe accumulate nello stomaco insieme ai sassolini, che vengono più comunemente trovati nello stomaco dei rettili per facilitare il processo di digestione. Ma l’innumerevole quantità di monetine è stata con certezza lanciata in acqua nel corso degli anni dai visitatori giapponesi, secondo i quali gettare una monetina in una fontana o in un corso d’acqua è associato all’esprimere un desiderio. E così, nonostante le autorità abbiano cercato di scoraggiarli con cartelli ad hoc a gettare monetine nello stagno, in tantissimi non avrebbero rispettato il divieto.