Manovra, Conte risponde alle accuse di Renzi: “Non abbiamo bisogno di fenomeni, si sieda e faccia valere le argomentazioni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:08

Manovra Conte risponde a RenziIl premier Conte ha risposto alle accuse di Matteo Renzi sul taglio del cuneo fiscale nella Manovra 2020, invitandolo a sedersi e fare valere le proprie opinioni in parlamento.

In una lettera indirizzata al ‘Corriere della Sera‘, Matteo Renzi ha criticato la decisione del governo di prendere misure blande sul cuneo fiscale. Per il leader di Italia Viva le misure contenute nella Legge di Bilancio 2020 sarebbero solamente dei ‘Pannicelli caldi’, inoltre lo accusa di mistificare la verità sull’Iva. La risposta del Premier alle accuse di Renzi non si sono fatte attendere. Questo infatti ha smentito che le misure siano blande e fatto presente che al momento la situazione economica è delicata: “quando parliamo di lavoratori bisogna avere rispetto per loro”, esordisce Conte per poi aggiungere: “Stiamo parlando di lavoratori che hanno bisogno di avere potere d’acquisto – e ancora aggiunge – se per Renzi che ha uno stipendio consistente, 20-30 euro sono pochi per carità…Lui ha dato molto di più, ha usato risorse pubbliche ma noi abbiamo un quadro di finanza molto delicato”.

Secondo quanto riportato da ‘Repubblica‘, il presidente del Consiglio ha concluso la propria risposta invitando Renzi a lavorare insieme agli altri membri del governo: “Tutti devono partecipare con massimo impegno e determinazione all’azione del governo. Non abbiamo bisogno di fenomeni. Poi se uno vuole andare in tv vada pure, ma si sieda al tavolo. Quando ci si siede vale la forza delle argomentazioni”.

La posizione di Zingaretti

Anche il segretario del PD ha voluto rispondere alle affermazioni di Renzi, concordando sostanzialmente con il premier. Zingaretti infatti si trova d’accordo con l’ex membro del Pd sulla necessità di abbassare il cuneo fiscale, ma fa notare come ci sia anche bisogno di trovare le risorse che lo permettano: “Bisogna indicare dove trovare le risorse, perché solo così si risolvono i problemi”. In conclusione aggiunge che l’aumento dei salari e l’abbassamento delle tasse sono una priorità del PD dunque che è positivo che si lancino messaggi in tal senso.