Rubano i giochi a una bimba, lei è malata di leucemia: il papà denuncia tutto su Facebook

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:54

Nel quartiere romano di Prati qualcuno ha portato via, da una macchina, i giochi di una bambina. La piccola è malata di leucemia e il padre ha denunciato su Facebook l’accaduto

Fabio Pardini è l’autore di un post che in queste ore sta ampiamente girando su Facebook e lo sta facendo proprio su richiesta dell’uomo. Nel post, Pardini racconta una cosa molto brutta che è accaduta alla sua famiglia pochi giorni fa: qualcuno- nel corso della notte tra 6 e 7 ottobre- ha rubato, dalla sua automobile parcheggiata in una delle vite del quartiere romano di Prati, i giochini della figlia Elisa. La piccola è una bimba di cinque anni che è affetta da leucemia e che lotta da tre anni contro questo terribile male. Tutto il dolore di questo papà si è riversato sui social e l’uomo ha chiesto di far girare il suo appello, perché chi ha commesso il furto almeno sappia che danno ha fatto a sua figlia.

Rubano i giochi di una bimba malata di leucemia, è successo nel quartiere Prati

Elisa ha cinque anni e negli ultimi tre, cioè da quando aveva soltanto due anni, sta lottando insieme alla sua famiglia per sconfiggere una leucemia da cui è affetta. Anni durissimi, sia per la piccola sia per i genitori, che sono culminati in una speranza presto delusa: nel 2018 un trapianto di midollo ha fatto sperare che Elisa potesse guarire, ma così non è stato perché il trapianto non è andato bene. Ora Elisa è in attesa di un’altra donazione di midollo osseo.

La notte tra il 6 e il 7 ottobre scorso qualcuno ha distrutto uno dei finestrini anteriori della macchina di Fabio Pardini, il papà di Elisa, e ha portato via tutti i giochi della bimba che si trovavano a bordo. La vettura era parcheggiata in Via Sabotini, nel quartiere Prati (Roma). Quando il genitore si è reso conto di quanto era successo, subito è stato assalito da una grande rabbia: non per il valore economico dei giochi portati via, ma per il dolore e la delusione che il gesto del ladro (o dei ladri) avrebbe causato alla sua figlioletta, già costretta a una vita di cure e ricoveri ospedalieri.

Rubano i giochi di una bimba malata di leucemia, il post del papà su Facebook

Così, Fabio Pardini ha reagito scrivendo un post – poi pubblicato su Facebook- per raccontare quello che era successo e per chiedere la massima condivisione. Non con lo scopo di per recuperare i giochi, né il valore economico corrispettivo, ma nella speranza di far sapere all’autore del furto che aveva portato dei giochi a una bimba malata.

Gli utenti hanno risposto al suo appello mostrando il loro grande cuore: il post ha avuto già migliaia di condivisioni (ieri erano più di 5mila) e in tantissimi si sono offerti di ricomprare i giochi alla piccola Elisa. Pardini ha anche ricevuto il sostegno di qualche altro genitori a cui è capitata la stessa cosa.  Come Valentina Sarlo, la mamma a cui era stata rubata l’agendina sulla quale erano segnate le cure oncologiche di suo figlio. Vi riproponiamo il testo integrale dell’appello lanciato da questo papà, che successivamente ha ringraziato la rete per tutto l’affetto e il sostegno ricevuto:

GRAZIE GRAZIE INFINITAMENTE alla carissima o carissime persone che questa notte in via Sabotino a Roma mi hanno sfasciato il vetro della macchina RUBANDOMI I GIOCATTOLI di ELISA BAMBINA di 5 ANNI CHE LOTTA TRA LA VITA E LA MORTE DA TRE ANNI con una LEUCEMIA GRAVISSIMA(lo so i signori ladri questo non lo potevano sapere)…PER CORTESIA VI CHIEDO DI CONDIVIDERE IL PIÙ POSSIBILE NELLA SPERANZA NON DI RECUPERARE NIENTE MA CHE CHI È STATO ALMENO SAPPIA A CHI HA FATTO IL DANNO…E FORSE SI METTA LA MANO NELLA COSCIENZA…NON PER IL VALORE ECONOMICO MA STRETTAMENTE SIMBOLICO AFFETTIVO…P.S. All’attenzione dei SIGNORI ladri…SE VI CAPITA DI VEDERE UN GIOCATTOLO DENTRO UNA MACCHINA RICORDATEVI CHE POTREBBERO ESSERE DI UN BAMBINO AMMALATO…

Maria Mento