Svapo, la sigaretta elettronica ha già ucciso almeno 23 persone: tra loro un adolescente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:41

Dal Center for Disease Control di New York sono arrivati dei dati allarmanti sulle sigarette elettroniche. Almeno 23 persone, uccise da misteriose malattie polmonari, sarebbero da collegare allo svapo

Dagli Stati Uniti sono arrivati degli altri dati che confermerebbero quanto emerso qualche mese fa, con la morte della prima vittima accertata della svapo: la sigaretta elettronica è letale e a essa potrebbero essere connessi i decessi di altre 23 persone (cifra riportata dal Daily Star) su tutto il territorio statunitense. I dati emessi dal Center for Disease Control di New York parlano anche della morte della prima vittima dello Stato di New York, che è anche la più giovane in assoluto: si tratta di un ragazzo di 17 anni.

La sigaretta elettronica uccide, i rapporti sui casi di malattie polmonari da svapo: sarebbero più di mille

Il Center for Disease Control di New York ha rilasciato dei dati preoccupanti sulle recenti acquisizioni relative ai decessi per l’utilizzo della sigaretta elettronica. Negli Stati Uniti d’America, nonostante diversi Stati stiano tentando di vietare la pratica della svapo, si contano già un numero altissimo di malattie polmonari e un numero di decessi, anche tra i minori, che inizia a essere preoccupante.

Bisogna dire che le cifre in merito ai decessi da svapo sono controversi: se il Daily Star parla di 23 vittime ricollegabili alla sigaretta elettronica, altre testate giornalistiche (anche italiane) fanno riferimento a un numero accertato di 19 vittime. Le sospette malattie ingenerate dall’e-cigarette sarebbero in totale più di mille (e più precisamente 1080. Quello che sappiamo è che, secondo quanto riporta Il Messaggero, esistono almeno 110 rapporti medici che sono al vaglio dei politici e che parlano di malattie polmonari in pazienti che dai 14 anni arrivano fino ai 69 anni. Questo dimostra che il fenomeno è in crescita anche tra i minorenni ed è allarmante perché la sigaretta elettronica non si è rivelata l’alternativa al fumo non dannosa per la salute che sarebbe dovuta essere.

La sigaretta elettronica uccide, una vittima anche nello Stato di New York: morto ragazzo 17enne

Nello Stato di New York, venerdì scorso, è venuta a mancare la prima vittima della svapo (e anche la più giovane in assoluto, finora) accertata nel territorio dello Stato. Si tratta di un ragazzo di 17 anni, originario del Bronx, e la notizia della sua morte è stata data dal Governatore Andrew Cuomo. Nel suo annuncio, il Governatore ha detto che i genitori e i giovani devono sapere come stanno le cose e che giocare con questi strumenti significa giocare con la propria vita.

Il ragazzo era stato ricoverato in ospedale alla fine del mese scorso per dei gravi problemi polmonari legati proprio al fumo da sigaretta elettronica. Il ragazzo non ce l’ha fatta. Lo Stato di New York, proprio il mese scorso, ha messo alla berlina l’utilizzo delle sigarette elettroniche e lo ha stabilito proprio allo scopo di fermare il dilagare del fenomeno tra i più giovani.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!